Joseph Pilates: l’equilibrio ideale di corpo, mente e spirito

0
379

Joseph Pilates è un imprenditore ed insegnante tedesco, che vive tra quasi fine 1800 ed oltre metà del 1900. Di fatto, Pilates crea un metodo di allenamento tra corpo e mente, per l’ottenimento dell’equilibrio. In realtà, tale armonia fisica e mentale raggiunge un controllo completo, tra psiche e fisico dell’individuo. Allorché, la mente riesce a trovare i canali energetici che fluisce nei movimenti del corpo, attraverso il “Metodo Pilates”.

Joseph Pilates e la biografia

Joseph Pilates (anche Hubertus) nasce a Mönchengladbach, il 9 dicembre 1883 e decede a New York, il 9 ottobre 1967. La famiglia vive in Germania, non distante da Düsseldorf,  con il padre che è un atleta di origini greche e la madre una naturopata. Durante l’infanzia, Joseph riscontra problemi di salute, con asma e febbre reumatica. Inoltre, la salute cagionevole di Joseph riporta patologie alla struttura muscolare ed ossea, con conseguenze posturali e di movimento. A fronte di ciò, Joseph decide di studiare il corpo umano, per capire come rinforzarlo con l’allenamento fisico.

Joseph Pilates ed il modello di equilibrio

Gli studi di anatomia aiutano Joseph ad entrare nei dettagli e nella complessità dei fondamenti del corpo umano. A ragion per cui, la curiosità di Joseph sulla materia, lo conduce da vicino anche allo studio dei movimenti negli animali. Tuttavia, l’intenzione di dare forza al corpo umano immerge Joseph nella conoscenza delle filosofie orientali, con i metodi di allenamento della Grecia e di Roma. Di fatto, i metodi di allenamento di origine greca e romana guidano il pensiero di Joseph, come esempi e modelli che segue. Allorché, Joseph accoglie le ideologie e metodologie dell’allenamento greco e romano, che portano al raggiungimento di un equilibrio mentale, spirituale e fisico.

Joseph Pilates: i movimenti dei bebé e dei gatti

Nel 1959, Pilates afferma ad un giornale di New York, che il metodo concentra in primis le caratteristiche armoniche ed essenziali di neonati e gatti. Di fatto, i movimenti semplici, divengono l’elemento base del Metodo Pilates. Ciò nonostante, nascono anche altre discipline di allenamento, come: il culturismo, la lotta, lo yoga, il Tai Chi, la ginnastica zen e la tradizionale.

Joseph Pilates e la guarigione

All’età di quattordici anni, Joseph guarisce dalle problematiche di salute ed inizia un’intensa attività sportiva, con buoni risultati. A fronte di ciò, l’unione tra la ginnastica, la biomeccanica del corpo ed il corretto uso della respirazione sono i principi cardine del metodo. Nel 1912, Joseph pratica lo sport della boxe e giunge in Inghilterra, dove diviene insegnante di difesa personale. Oltretutto, la ginnastica permette a Joseph di raggiungere anche il successo, come star circense acrobatico.

Joseph Pilates: la guerra ed il campo di concentramento

Allo scoppio della prima guerra mondiale, Pilates arriva a Lancaster, dove per le origini tedesche finisce in un campo di concentramento. Allorché, durante la prigionia, Pilates decide di insegnare l’addestramento di lotta, ai compagni. Di fatto, Pilates attraverso l’allenamento della ginnastica e della lotta intende conseguire il rafforzamento fisico e mentale della persona. Inoltre, il metodo evidenzia dei miglioramenti a livello fisico, mentale e psicologico, con esercizi che vedono una sequenza o ripetizione, anche in piccoli spazi.

Il riconoscimento sul metodo

Al termine della guerra, Pilates riorna in Germania e riceve il merito sugli ottimi risultati del metodo. A fronte di ciò, Pilates riceve il ruolo di allenatore di autodifesa della polizia militare di Amburgo. Tuttavia, conseguono diverse richieste di lezioni anche di danza, in cui Joseph inserisce alcune tecniche di Pilates. Nel 1920 circa, le metodologie Pilates ottengono grande successo anche in campo medico, attraverso la riabilitazione, che riconosce l’efficacia nei risultati.

Le pubblicazioni

Tra le pubblicazioni del Metodo Pilates, risultano: “Your health a correcive system of exercising that revolutionizes the entire field of physical education, Return to life tthrough contrology, Manual de Pilates, Total Pilates”.

Caratteristiche del Metodo Pilates oggi

Attualmente, un insegnante di educazione motoria è in grado di adattare il metodo, in base al proprio stile caratteriale e personale. A fronte di ciò, la disciplina del Pilates include delle caratteristiche essenziali, che sono: la concentrazione, il controllo, il baricentro, la fluidità, la precisione, la respirazione.

The Concentration of Pilates

La concentrazione rappresenta la massima attenzione, che l’individuo concentra durante l’esecuzione di un esercizio. Inoltre, la mente controlla ogni parte del corpo.

The Control of Pilates

Il controllo indica l’armonia e la coscienza dei movimenti sul corpo.

The Centering of Pilates

Il baricentro rappresenta il punto centrale di forza e del controllo dell’intero corpo.

The Fluidity of Pilates

La fluidità è il principio su cui ruotano tutte le altre caratteristiche base.

The Precision of Pilates

La precisione include ogni singolo movimento fisico, che segue l’idea di una perfezione. Inoltre, durante gli esercizi, avviene un riscontro continuo tra insegnante ed allievo.

The Breathing of Pilates

La respirazione indica la vita e l’equilibrio di più flussi energetici, che sono elementi indispensabili per la salute mentale e fisica della persona. Inoltre, durante la guida dell’insegnante i flussi energetici fluiscono nei corretti canali e defluiscono dagli stessi.  Tuttavia, gli esercizi iniziano con delle sequenze precise di inspirazione ed espirazione. Anche la disciplina yoga utilizza delle tecniche simili, ma la differenza risulta sui ritmi della respirazione.

La morte

Joseph Pilates decede a New York il 9 ottobre del 1967.

Commenti