domenica, Giugno 16, 2024

Cura della pelle prima e dopo il tatuaggio

Quando decidiamo di farci un tatuaggio non dobbiamo solo preoccuparci di trovare un professionista di livello. Infatti dobbiamo tener conto anche della cura della pelle. È importante dedicarci ad essa prima e dopo il tattoo. D’altronde, la cute può essere particolarmente vulnerabile e sensibile al contatto con le strumentazioni che vengono utilizzate per i tatuaggi. Ecco alcuni consigli utili da seguire prima e dopo l’intervento.

Cura della pelle prima del tatuaggio: evitare tagliaunghie e rasoi

L’uso di tagliaunghie o rasoi nella zona in cui verrà fatto il tatuaggio non è ottimale. Se sarà necessario rimuovere i peli, se ne occuperà il tatuatore, poiché questo è un passaggio che fa parte dell’intera procedura. I professionisti, inoltre, utilizzano un rasoio sterile per assicurarsi che la pelle non subisca danni. Al contrario, se dovessimo fare da soli, rischieremmo di irritare la cute.

Il tatuaggio è comunicazione: mappa di un linguaggio

Assicurarsi una corretta idratazione

La disidratazione di solito lascia la pelle secca e sottile. Quando è così, va a complicare il lavoro del tatuatore. Inoltre, se la nostre cute non dovesse essere ben idratata, rischieremmo di sentire più dolore. Dunque prendiamoci cura della pelle andando ad idratarla bene almeno una settimana prima dell’intervento. Acqua e cibo sono fondamentali per ottenere questo risultato.

Utilizzare solo farmaci prescritti dal medico

Prima dell’appuntamento per il tatuaggio, è bene tenersi lontani da determinati farmaci. Si consiglia di consultarsi con un medico per sapere quali medicinali assumere, infatti è meglio evitare quelle sostanze che possono rendere il sangue troppo liquido. Tra queste, ci sono l’aspirina e gli alcolici. L’assunzione di questi prodotti potrebbe causare una forte emorragia durante la realizzazione del tattoo.

Cura della pelle dopo il tattoo: coprirlo o lasciarlo all’aria aperta?

Alcuni tatuatori sostengono che non si debba lasciare il tatuaggio fresco scoperto. In realtà, se è vero che è importante coprirlo, è anche vero che in alcuni casi andrebbe lasciato all’aria aperta. Si ritiene che il tattoo all’aria aperta termini prima il processo di guarigione della pelle, però non si deve esagerare altrimenti aumenta il rischio di infezioni. Quindi la soluzione è quello di tenerlo al coperto per i primi quattro giorni.

Lozioni per la pelle

Una volta completato il tatuaggio, non ci si deve dimenticare di applicare una lozione per la cura della pelle. Infatti nei primi momenti potremmo avvertire un certo prurito o irritazione nella zona in cui abbiamo il tattoo. Inoltre potremmo avere un po’ di secchezza della cute per 3-4 giorni. Per evitare tutto ciò, usiamo una lozione che sia in grado di mantenere la pelle idratata e sana.

La crema solare

La crema solare può essere fondamentale perché protegge la pelle e il tatuaggio fresco dai raggi del sole che possono causare irritazioni. Infine molti professionisti consigliano di non toccare il tattoo entro le 24 ore dall’intervento perché non solo potrebbe rovinarsi, ma si potrebbe anche irritare la cute.

Patrizia Gallina
Patrizia Gallina
Patrizia Gallina è una giornalista e conduttrice sportiva presso le emittenti televisive della Liguria. Conosciuta come scrittrice, attrice, cantante e modella, è nata nella città di Genova. Ha conseguito la laurea in Scienze Umanistiche presso l'Università degli Studi di Genova. Coltivo da sempre la mia passione per l'arte, la fotografia, la moda, il giornalismo e il calcio.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles