mercoledì, Febbraio 28, 2024

Segretario di Stato Blinken attacca la Cina

Il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha affermato che gli USA sono preoccupati per le azioni aggressive della Cina contro Taiwan e ha avvertito che sarebbe in “grave errore” per chiunque cerchi cambiare lo status quo nel Pacifico occidentale con la forza. Blinken ha anche attaccato Pechino per la sua capacità di gestire la pandemia di coronavirus e di aver negato l’accesso agli esperti.

Cosa ha detto il Segretario di Stato Blinken?

Il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha attaccato il comportato di Pechino. Blinken ha affermato che gli USA sono preoccupati per le azioni aggressive della Cina contro Taiwan. Ha inoltre avvertito che chiunque cerchi di cambiare lo status quo nel Pacifico occidentale con la forza commetterebbe un “grave errore”.  Al Meet the Press della NBC, il Segretario di Stato ha affermato: “Quello che abbiamo visto, e ciò che ci preoccupa veramente, sono azioni sempre più aggressive da parte del governo di Pechino dirette a Taiwan, aumentano le tensioni nello Stretto”.  Ha poi aggiunto: “Tutto quello che posso dirti è che abbiamo un serio impegno affinché Taiwan sia in grado di difendersi. Abbiamo un serio impegno per la pace e la sicurezza nel Pacifico occidentale. Sosteniamo questi impegni. E in quel contesto, sarebbe un grave errore per chiunque cercare di cambiare quello status quo con la forza”.

I rapporti tra Washington e Pechino sono molto tesi. La Cina incolpa gli USA delle crescenti tensioni dopo che una nave giovedì una nave da guerra americana ha navigato vicino Taiwan. La Casa Bianca a sua volta ha risposto che stava monitorando da vicino l’aumento delle attività militari cinesi nello stretto di Taiwan e ha definito la azioni di Pechino destabilizzanti.  Il Dipartimento di Stato ha inoltre emesso nuove linee guida che consentiranno ai funzionari statunitensi di incontrarsi liberamente con i funzionari di Taiwan.

Blinken attacca la Cina anche sulla gestione della pandemia

Blinken ha anche attaccato la Cina sulla gestione della pandemia di coronavirus. Ha affermato che l’incapacità della Cina di fornire l’accesso agli esperti sanitari internazionali ha reso la pandemia di Covid-19 peggiore di quanto avrebbe dovuto essere. Secondo Blinken, era molto importante “andare a fondo” sull’origine del coronavirus.

Il Segretario di Stato ha fatto eco alle frustrazioni dell’amministrazione Biden sulla mancanza di trasparenza di Pechino nei primi giorni cruciali della pandemia. Blinken ha detto: “La Cina non ha dato accesso a esperti internazionali né ha condiviso informazioni in tempo reale per fornire una vera trasparenza. Di conseguenza, il virus è sfuggito di mano più velocemente. Gli eventi evidenziano perché ci deve essere un sistema di sicurezza sanitaria globale più forte per garantire che ciò non accada di nuovo. Le riforme devono includere un impegno per la trasparenza, la condivisione delle informazioni e l’accesso per gli esperti e la Cina deve svolgere un ruolo in questo”. Ha poi concluso: “Dobbiamo fare in modo di comprendere appieno cosa è successo, al fine di avere la migliore soluzione possibile per far si che ciò non accada di nuovo”.


Antony Blinken parla con la controparte cinese

Blinken: “Non costringeremo alleati a scelta noi-Cina”

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles