mercoledì, Febbraio 21, 2024

Blinken: “Non costringeremo alleati a scelta noi-Cina”

Il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha affermato che gli USA non costringeranno i propri alleati a fare una scelta tra “noi o loro” con la Cina. Blinken ha anche aggiunto: “Non c’è dubbio che il comportamento coercitivo della Cina minacci la nostra sicurezza e prosperità, ma questo non significa che i Paesi non possano lavorare con la Cina ove possibile. Come ad esempio sulle sfide del cambiamento climatico e della sicurezza sanitaria”.

Cosa ha detto Antony Blinken?

Dopo quattro anni pazzi guidati da Donald Trump, i blocchi geopolitici sono tornati. Gli USA stanno costruendo un’alleanza delle democrazie liberali, che comprende Europa, Giappone, Corea del Sud, Australia e forse anche l’India. Tutto questo però sta spingendo Cina e Russia a formare un’alleanza pericolosa. Il Segretario di Stato americano Antony Blinken, in un’intervista a Euronews, ha affermato che l’alleanza non è per coalizzarsi contro la Cina, ma per lottare insieme contro i problemi comuni.

Ha detto: “Non si tratta di coalizzarsi contro la Cina o cercare di tenere o contenere la Cina. Si tratta di lottare insieme per gli interessi e i valori che condividiamo. Uno di questi sul quale abbiamo tutti investito per anni è qualcosa che chiamiamo l’ordine internazionale basato sulle regole. Abbiamo scoperto che il modo migliore per assicurarsi che i Paesi possano lavorare insieme e gestire le loro relazioni in modo produttivo è quello di sottoscrivere un insieme comune di regole e impegni. E la nostra sfida è assicurarci di mantenere quell’ordine. Così quando un qualsiasi Paese, che sia la Cina o chiunque altro, intraprende azioni che lo minano, quando non giocano secondo le regole, abbiamo l’obbligo di opporci e dire ‘dovete rispettarlo’. E siamo molto più efficaci quando lo facciamo insieme, in modo solidale”.

Blinken ha sottolineato che gli USA non costringeranno i propri alleati a fare una scelta tra “noi o loro” con la Cina. Ha poi aggiunto: “Non c’è dubbio che il comportamento coercitivo della Cina minacci la nostra sicurezza e prosperità. Ma questo non significa che i Paesi non possano lavorare con la Cina ove possibile. Come ad esempio sulle sfide del cambiamento climatico e della sicurezza sanitaria”.

Le preoccupazioni per le agressioni della Russia

Il Segretario di Stato ha poi espresso tutte le sue preoccupazioni sulle aggressioni da parte della Russia. Ha affermato di essere preoccupato per i continui attacchi informatici da parte di Mosca, per le interferenze nelle elezioni. Ma anche per le aggressioni della Russia in Ucraina e per l’avvelenamento e il tentato omicidio dell’oppositore russo Aleksej Navalny. Blinken ha affermato: “Tutte queste cose, così come i nuovi sistemi di armi che si stanno sviluppando, sono motivo di preoccupazione non solo per noi, ma anche per i nostri alleati e partner. Credo che valutiamo tutti allo stesso modo la sfida posta dalla Russia e la necessità di un impegno comune per affrontarla insieme. Siamo tutti molto lucidi. Ci rendiamo conto della sfida e riconosciamo anche che ci possono essere dei settori nei quali, per interesse reciproco, possiamo ancora lavorare con la Russia”.


Leggi anche: Antony Blinken parla con la controparte cinese

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles