Il Castelmagno: formaggio erborinato “sui generis”

0
484
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Formaggio Italiano a denominazione origine protetta e che formaggio !!! Viene prodotto in Piemonte, nei territori dei comuni di Castelmagno. Visitando il paese non potente non visitare il santuario di San Magno.

Come riconoscere il Castelmagno?

Questo meraviglioso formaggio è contraddistinto da un’etichetta a forma di croce occitana, di colore blu nel Prodotto di Montagna e verde in quello di Alpeggio. Al centro dell’etichetta, impresso un marchio.

Ecco a voi il formaggio!!

Formaggio a pasta semidura, erborinato, a forma cilindrica . Il colore della crosta cambia in base alla stagionatura. Prodotto con latte vaccino e a volte con aggiunta di latte caprino o bovino.E’ una ottimo formaggio semi-grasso.

Ma che bontà!!!

E’ squisito mangiarlo così com’è, ma è meglio ricordasi di togliere la crosta con un coltello.Ottimo con miele, meglio quello di tiglio o quercia. Spettacolari con gli gnocchi e granella di noci. Si può usare per fare torte salate, polente o fondute. Spettacolare nei risotti.

Alcune ricette

Gnocchi e Castelmagno

Qual è il piatto piu’ veloce da fare ,se non gli gnocchi? Ecco a voi la deliziosa ricetta degli gnocchi al castelmagno per quattro persone : 800 g di gnocchi di patate, 200 g di Castelmagno, 200 ml di latte, 30 g di burro, 15 g di amido di mais, sale e pepe quanto basta. Per ottenere una consistenza più cremosa si consiglia un cucchiaio non troppo pieno di amido di mais.

Risotto con Castelmagno e nocciole

Un gustoso piatto preparato con ingredienti piemontesi:formaggio Castelmagno e nocciole del Piemonte. Il risotto viene mantecato con del Castelmagno grattugiato, dando al piatto un sapore molto deciso e per perfezionarlo una bella spolverata di nocciole tritate grossolanamente. Gli ingredienti sono 320 g di riso,1 litro di brodo,40 g di nocciole, 1 cipolla bianca, 2-3 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 30 g di burro , q.b pepe bianco, q.b. sale fino e 80 g di Castelmagno.

Quale vino per accompagnare questo “re” del formaggio?

Il Castelmagno necessita di un vino robusto come Barolo o Barbaresco. Barolo è un vino di Denominazione di origine controllata e garantita (DOCG) , chiamato anche   “re dei vini e vino dei re”. Il Barbaresco anch’esso DOCG definito da Massimo Caniggia come “Un vino nobile ed elegante.”