World Breaking news del 22 ottobre 2020

Ecco le ultime notizie dal mondo del 22 ottobre 2020

0
365
27 novembre 2020
World Breaking news (periodicodaily)

Oggi, 22 ottobre 2020, ci giungono nuove notizie dal mondo.

World last news del 22 ottobre 2020

Francia: prime incriminzioni per omicidio di Samuel Paty

L’autorità giudiziaria antiterrorismo francese ha annunciato che nell’ambito dell’inchiesta per l’omicidio del professor Samuel Paty, il padre di un’alunna della vittima, Brahim Chnia, e l’attivista islamista Abdelhakem Sefrioui sono stati incriminati.

Le accuse per loro sono di complicità nell’omicidio terroristico dell’insegnante.

Le autorità francesi riferiscono anche che due amici dell’aggressore, Naim B. e Azim E., sono stati incriminati con la stessa accusa.

Inoltre, un terzo parete Yussu C., è invece perseguito per associazione a delinquere e terroristica.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha detto: “Continueremo la battaglia per la libertà di cui Samuel Paty è il volto”. Macron ha anche denunciato i “vigliacchi” che hanno consegnato Samuel Paty ai barbari, dicendo: “Non parlerò dei terroristi, dei loro complici e di tutti i vigliacchi che hanno commesso e reso possibile questo attentato. Non parlerò di quelli che hanno consegnato il suo nome ai barbari. Non lo meritano”.

Secondo fonti della sicurezza a Parigi, già da alcuni giorni nel Paese vi è la massima allerta per eventuali attentati. In particolare, nel mirino dei terroristi vi sarebbero aeroporti e istituzioni dopo il pugno di ferro del governo contro moschee e associazioni sospette di favorire l’integralismo islamico.

Egitto: Zaky resta in carcere

Continua il calvario per lo studente egiziano dell’Università di Bologna Patrick Zaky, in prigione da febbraio con l’accusa di propaganda sovversiva su internet. È infatti stato respinto un ricorso presentato contro il più recente prolungamento della custodia cautelare in carcere.  

La legale di Zaky, Hoda Nazrallah, ha dichiarato: “Il ricorso è stato respinto. Il mio assistito resterà in carcere”.

Zaky rischia fino a vent’anni di reclusione in Egitto.

Iran: testati sistemi di difesa anti-aerea

Nell’ambito di una massiccia esercitazione militare, l’Iran ha testato un sistema di difesa antiaerea di produzione locale.

Secondo la TV statale Irib News, le manovre, ribattezzate “difensori del cielo”, avrebbero coperto metà della superficie del Paese.

Il generale Qader Rahimzadeh ha dichiarato: “In queste esercitazioni, i sistemi di nuova generazione dell’esercito e delle guardie rivoluzionarie, Khordad 3 e Khordad 15, hanno mostrato la loro potenza”.

Polonia: verso un lockdown a partire a sabato

Nel tentativo di frenare l’impennata di casi di coronavirus, il premier polacco Mateusz Morawieck ha dichiarato l’intenzione di voler estendere le misure di lockdown in tutto il Paese.

Il Primo Ministro ha detto: “Suggerisco che da sabato tutta la Polonia diventi zona rossa”.

Libia: almeno 15 morti in un naufragio

L’Organizzazione Internazionale per l’Immigrazione in Libia ha riferito che si è verificato un naufragio di un’imbarcazione di migranti a largo delle coste di Sabratha, in Libia.

L’OIM ha sottolineato che il naufragio ha provocato almeno 15 vittime, e che dei pescatori hanno portato a riva cinque sopravvissuti.

L’Organizzazione afferma anche che quest’anno 500 persone sono morte nel Mediterraneo centrale a causa dei ritardi nei soccorsi. Dice: “Vergognosa la mancanza di sforzi degli Stati per salvare vite umane”.

Altre notizie del 22 ottobre 2020

Nigeria: 12 manifestanti uccisi dalla polizia a Lagos

In Nigeria, da settimane i manifestanti chiedono la fine della corruzione e della brutalità delle forze dell’ordine nel Paese.

Amnesty International ha denunciato che la violenza della polizia continua. L’organizzazione ha infatti affermato: “Indagini sul campo di Amnesty International hanno confermato che l’esercito e la polizia della Nigeria hanno ucciso almeno 12 dimostranti pacifici in due luoghi di Lagos”.

Germania: picco di nuovi casi covid

Le autorità sanitarie tedesche hanno registrato nelle ultime 24 ore oltre 11 mila casi di coronavirus. Per la prima volta dall’inizio della pandemia i casi Covid-19 in Germania hanno superato le 10 mila unità in un solo giorno.

Le autorità riferiscono anche che i Länder più colpiti sono la Nordreno-Vestfalia, la Baviera e il Baden-Württemberg.

Italia: ok dalla Lega a risoluzione Parlamento UE contro Minsk

La Lega ha votato a favore della risoluzione sulla Bielorussia al Parlamento Europeo.

Tuttavia, il gruppo di cui il partito fa parte si è spaccato in tre tronconi sulla questione. Trenta hanno deciso per il sì, 24 – quasi tutti del partito di Marine Le Pen – hanno votato no, mentre 18 si sono astenuti.

Gli eurodeputati leghisti hanno votato con la stragrande maggioranza degli altri gruppi della formazione sovranista.

UE: ritardi per Recovery Fund

Fonti diplomatiche UE riferiscono che per difficoltà nei negoziati fra Consiglio e Parlamento UE non sarà più possibile avere il Recovery Fund in funzione dal 1° gennaio.

Inoltre, anche il bilancio UE sarà ritardato e tale ritardo potrebbe avere conseguenze sugli esborsi.

Le fonti affermano anche che ai tempi stimati finora bisogna aggiungere almeno due mesi e mezzo per le ratifiche al momento dell’accordo fra le due istituzioni.


Leggi anche: Guardia costiera libica sotto nuovo addestramento