Tokyo 2020: FBI lancia allarme su possibili cyberattacchi

Gli obiettivi sarebbero mezzi di comunicazione, alberghi, trasporti e biglietterie

0
186
Tokyo 2020:

L’FBI ha lanciato l’allarme su possibili cyberattacchi durante Tokyo 2020. I responsabili dell’ufficio investigativo hanno sottolineato come le Olimpiadi forniscano opportunità per seminare confusione, chiedere riscatti e portare avanti obiettivi propagandistici. Non esisterebbe al momento una minaccia concreta. Tuttavia gli hacker potrebbero prendere di mira media, alberghi, mezzi di trasporto e biglietterie. 

FBI avverte di possibili cyberattacchi a Tokyo 2020?

L’FBI lancia l’allarme su possibili cyberattacchi ai Giochi Olimpici di Tokyo. Secondo quanto riportato dalla CNN e da Fox News, in un warning inviato dai professionisti che si occupano di cyber sicurezza, i responsabili dell’ufficio investigativo sottolineano come le Olimpiadi forniscano ad attori sponsorizzati da alcuni Stati una grande opportunità per seminare confusione, chiedere riscatti e portare avanti obiettivi propagandistici. Nella nota, l’FBI avverte che gli hacker potrebbero prendere di mira i media, gli alberghi i mezzi di trasporto e le biglietterie. Tuttavia, al momento, il pericolo di attacchi informatici non sarebbe concreto. L’FBI ha fatto notare come le Olimpiadi invernali di PyeongChang del 2018 siano state schiacciate da attacchi implacabil. Tra questi l’attacco alla cerimonia di apertura dei Giochi. Ha avvertito atleti, visitatori, stampa e altri di prestare attenzione a campagne di spear-phishing e collegamenti dannosi che potrebbero innescare ransomware, DDoS (Distributed Denial of Service) e altri attacchi informatici.


Leggi anche: Olimpiadi Tokyo: i manifestanti chiedono l’annullamento

Licenziato direttore della cerimonia di Tokyo 2020

Tokyo: la città reintroduce lo stato di emergenza