Settembre e scadenze fiscali: le gioie dell’autunno

0
661

La fine dell’estate si sta già sentendo ma ci pensa il fisco a riscaldare i nostri sentimenti. Infatti quest’anno settembre significa scadenze fiscali e saranno ben più pesanti degli scorsi anni per qualcuno. Infatti con la pandemia molti pagamenti sono stati prorogati ma ora, per il Fisco, è arrivato il momento di provvedere ai versamenti.

A settembre quali sono le scadenze fiscali?

Sono 2 le categorie di persone che sono ancora al mare: chi ha fatto le ferie in ritardo e chi deve andare all’Agenzia delle Entrate e sta guardando i voli per le Cayman. Al di là dell’ironia sull’inesistente evasione fiscale settembre 2021 è davvero un mese pesante per tutti. Infatti la fine di questo mese porta con se una carrellata di oneri fiscali da adempiere, sia per chi ha partita IVA e sia per chi ha qualche arretrato in generale. Infatti scadono le sospensioni sulle cartelle esattoriali, le proroghe sul bollo auto, la rata irpef, la presentazione del 730/2021 e molto altro ancora. Vediamo meglio le scadenze.

Tasse automobilistiche

Per il bollo auto sono le Regioni a decidere possibili proroghe come durante la pandemia. Per i residenti in regioni che non hanno prorogato i termini devono provvedere al pagamento del bollo auto con scadenza agosto 2021. Sono interessati alla tassa solo i proprietari di autoveicoli con più di 35kw. I pagamenti sono effettuabili presso tabaccherie, uffici ACI, agenzie di pratiche auto e con apposito bollettino di conto corrente postale. Inoltre il 30 settembre è anche la data di scadenza del pagamento dell’addizionale erariale alla tassa automobilistica.

Modelli 730 e Persone Fisiche

Per l’invio del modello Redditi presone fisiche 2021 il termine è martedì 28 settembre. Il termine è per le persone fisiche che non sono obbligate all’invio telematico. Il Modello va inviato in forma cartacea tramite uffici postali con sanzione per il ritardo. Le persone fisiche non titolari di partita IVA che hanno scelto il pagamento rateale invece devono versare la quarta rata delle imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali entro il 30 settembre. Entro la stessa data scade poi la proroga per la presentazione del Modello 730. Chi non si avvale dell’assistenza di CAF, sostituti d’imposta e da professionisti abilitati deve presentare anche la busta contenente la scelta di destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille. La ricevuta telematica sarà rilasciata nei giorni successivi alla presentazione.

Cartelle sospese

Uno dei provvedimenti presi durante il primo periodo di pandemia è stato quello di sospendere il pagamento delle cartelle esattoriali. Tutte le cartelle in scadenza dall’8 marzo 2020 al 31 agosto 2021 hanno subito un congelamento. Ma ad oggi non è stata promulgata la proroga quindi tutte le cartelle rimaste in sospeso ora vanno sanate entro il 30 settembre. Al momento sono 20milioni le cartelle ferme e saranno almeno 4 milioni quelle consegnate entro la fine del 2021.

Operazione “stralcio”

Non rientrano nelle scadenze fiscali di settembre le cartelle esattoriali sotto i 5 mila euro non riscosse o contestate fino al 2010. Ma non sarà un’operazione possibile per tutti. I contribuenti dovranno avere un reddito imponibile fino a 30mila euro. Ci sarà la possibilità di cancellare cartelle anche di valore complessivo superiore ma dove ogni singolo ruolo non superi i 5 mila euro. Con una circolare del direttore delle Agenzie delle Entrate Ernesto Maria Ruffini si sono diffuse le modalità tecniche.


Agenzia delle Entrate: nuova assistenza in videochiamata