sabato, Giugno 22, 2024

Scandalo al Parlamento europeo: vicepresidente arrestata per corruzione

Scandalo al Parlamento europeo, dove la vicepresidente Eva Kaili è stata arrestata per corruzione. È accusata di aver ricevuto dei soldi dal Qatar. Kaili a novembre aveva tenuto un discorso alla plenaria in cui difendeva i progressi del Qatar nell’ambito dei diritti.

Scandalo al Parlamento europeo: cos’è successo?

Scoppia uno scandalo di corruzione al Parlamento europeo. La vicepresidente del Parlamento, la socialista greca Eva Kaili, è stata arrestata nell’inchiesta sulla corruzione dal Qatar. Con lei sono stati arrestati altri quattro sospetti. Tre questi l’ex eurodeputato socialista Antonio Panzeri e il segretario generale della Confederazione internazionale dei sindacati Luca Visentini.

Secondo la procura di Bruxelles, un paese del Golfo, che secondo i media belgi si tratterebbe del Qatar, avrebbe tentato di influenzare le decisioni economiche e politiche del Parlamento europeo attraverso ingenti somme di denaro o offrendo regali a persone che ricoprono posizioni politiche o strategiche di rilevo all’interno del Parlamento europeo. La procura ha poi riferito che le persone coinvolte sono accusate di corruzione, criminalità organizzata e riciclaggio di denaro. Durante le indagini, che sono iniziate in estate, gli investigatori hanno recuperato circa 600 milioni di euro in contanti. Hanno anche sequestrato computer portatili e telefoni cellulari.   


Leggi anche: Perù: Castillo in carcere, Boluarte prima donna presidente

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles