mercoledì, Febbraio 28, 2024

Russia aggiunta nella “lista della vergogna” della Nazioni Unite

La Russia è stata aggiunta nella “lista della vergogna” delle Nazioni Unite. Nella lista sono presenti le nazioni che utilizzano le forze armate per uccidere e mutilare e i bambini.

Russia aggiunta nella “lista della vergogna” dell’ONU

Le Nazioni Unite hanno inserito i gruppi armati militari e alleati della Russia nella loro “lista della vergogna” per l’uccisione e la mutilazione di centinai di bambini nella guerra contro l’Ucraina. Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha denunciato la Russia per aver ucciso 136 bambini in Ucraina nel 2022. Le Nazioni Unite hanno anche verificato che le forze armate russe e gruppi affiliati hanno mutilato 518 bambini e compiuto 480 attacchi a scuole e ospedali. I russi hanno anche usato 91 bambini come scudi umani. Guterres ha affermato nel rapporto di essere “particolarmente scioccato” dall’elevato numero di bambini uccisi e mutilati e dagli attacchi a scuole e ospedali compiuti dalle forze armate russe.

La controversa “lista della vergogna”

La “lista della vergogna” dell’ONU è stata criticata e giudicata controversa. Molti diplomatici fanno infatti notare che Arabia Saudita e Israele non sono presenti nella lista. Secondo quanto riferito, questi due paesi avrebbe esercitato pressioni negli ultimi anni nel tentativo di rimanere fuori dalla lista. Diversi analisti hanno fatto notare che le forze israeliane sono escluse dalla lista nonostante l’uccisione di oltre 40 bambini palestinesi lo scorso anno. Le organizzazioni per i diritti umani hanno ripetutamente richiesto che Israele venisse aggiunto alla lista delle Nazioni Unite per l’uccisione e la mutilazione di bambini palestinesi nella Cisgiordania occupata. L’ambasciatore palestinese presso le Nazioni Unite Riyad Mansour ha definito la decisione del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres di escludere Israele dalla lista della vergogna un “grosso errore”.

Human Rights Watch ha accolto con favore la decisione delle Nazioni Unite di nominare le forze russe, ma ha criticato la decisione di Guterres di escludere Israele dalla “lista della vergogna”. L’organizzazione ha affermato che “l’ONU ha deluso di nuovo i bambini palestinesi”. “Aggiungendo le forze della Russia alla sua lista di vergogna, il Segretario generale li sta chiedendo conto di orribili violazioni contro i bambini”, ha detto Jo Becker, direttore del gruppo per la difesa dei diritti dei bambini. “La sua riluttanza [di Guterres], anno dopo anno, a ritenere le forze israeliane responsabili delle loro gravi violazioni contro i bambini si è ritorta contro, incoraggiando solo le forze israeliane a usare la forza illegale e letale contro i bambini palestinesi”, ha aggiunto. “Dal 2015 al 2020, le Nazioni Unite hanno attribuito oltre 6.700 bambini vittime alle forze israeliane. Ne ha appena verificati altri 975 nel 2022. Eppure omette ancora Israele dalla sua ‘lista della vergogna’”, ha concluso Becker.


Leggi anche: Trasferimento forzato di bambini ucraini in Russia  

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles