sabato, Aprile 13, 2024

Regno Unito: migliaia di rifugiati afghani rischiano di diventare senzatetto

Nel Regno Unito migliaia di rifugiati afghani rischiano di diventare senzatetto a causa delle nuove politiche del governo del primo ministro Rishi Sunak.

Regno Unito: migliaia di rifugiati rischiano di diventare senzatetto

Secondo quanto riferito dal The Guardian, migliaia di rifugiati afghani nel Regno Unito rischiano di diventare senzatetto. Il giornale britannico scrive che il governo è stato avvertito di questa imminente crisi in una riunione segreta tenutasi la scorsa settimana a Downing Street. Secondo quanto riferito, circa 8mila rifugiati afghani, ammessi nel paese nel 2021 con il programma Operation Warm Welcome, dovrebbero essere sfrattati dagli hotel già ad agosto a causa di una scadenza del governo e non avrebbero un posto dove andare.

Il primo ministro britannico Rishi Sunak ha deciso di cambiare diverse leggi sull’asilo, che potrebbero mettere in crisi 50mila richiedenti asilo che attualmente si trovano collocati presso gli alberghi. Tali richiedenti potrebbero infatti essere sfrattati dagli alberghi, ma è ormai evidente che i comuni faticano a trovare loro una sistemazione a causa di una grave carenza di alloggi.

Le critiche alla nuova legge sull’immigrazione

Mentre i problemi continuano ad accumularsi per il governo, la mancanza di luoghi adatti per ospitare i richiedenti asilo potrebbe, affermano gli esperti, minacciare la fattibilità del suo disegno di legge sull’immigrazione illegale. La legislazione concederebbe ai ministri il potere di trattenere e allontanare chiunque arrivi illegalmente nel Regno Unito. L’analisi del Refugee Council indica che più di 190.000 persone potrebbero essere rinchiuse o costrette all’indigenza durante i primi tre anni di attuazione del disegno di legge. 

Tale legge è anche stata criticata da una commissione parlamentare. Il rapporto del comitato congiunto sui diritti umani avverte che se il disegno di legge venisse approvato nella sua forma attuale, il Regno Unito non rispetterebbe i propri obblighi ai sensi del diritto internazionale sui diritti umani. Questi fallimenti includerebbero negare ai rifugiati l’accesso al sistema di asilo e limitare severamente le rivendicazioni dei diritti umani, negare la protezione alle vittime della schiavitù moderna e rimuovere il diritto di appello dopo la valutazione dell’età.

Il presidente della commissione Joanna Cherry ha contestato un’affermazione del ministro degli Interni Suella Braverman secondo cui il disegno di legge era compatibile con il diritto internazionale. Cherry ha detto: “Non siamo d’accordo. Dopo aver esaminato il disegno di legge, è assolutamente chiaro che viola una serie di obblighi internazionali in materia di diritti umani del Regno Unito“. Ha anche messo in dubbio il suo impatto sui bambini che cercano rifugio nel Regno Unito. “Il disegno di legge non riesce a fornire la protezione di cui i bambini hanno bisogno e meritano. Se questo disegno di legge verrà approvato, è probabile che abbia un impatto sproporzionato sui gruppi vulnerabili”, ha detto Cherry.

Il Ministero dell’Interno ha però replicato: “Il governo è impegnato a porre fine all’uso costoso degli hotel per i richiedenti asilo, motivo per cui continuiamo a procurarci nuovi siti e navi alternativi, che sono più economici e più gestibili per le comunità. Il sistema di asilo attualmente costa più di 3 miliardi di sterline all’anno, quindi i contribuenti si aspettano giustamente che il governo trovi soluzioni alternative. Stiamo anche adottando misure immediate per eliminare l’arretrato in materia di asilo raddoppiando il numero di assistenti sociali per l’asilo a 2.500 e semplificando i colloqui e le pratiche burocratiche”.


Leggi anche: Sunak promette di unire il Regno Unito dopo settimane di disordini politici

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles