domenica, Aprile 21, 2024

George Soros passa il controllo di un impero da 25 miliardi di dollari al figlio

L’impero da 25 miliardi di dollari di George Soros sarà ora gestito dal figlio 37enne Alex Soros. L’anziano Soros, finanziere, filantropo, “megadonatore” democratico e da tempo oggetto di teorie cospirazioniste di estrema destra, in precedenza aveva detto di non volere che nessuno dei suoi cinque figli prendesse il suo posto, come riporta Axios. Ma in un’intervista padre-figlio pubblicata domenica dal Wall Street Journal, i due confermano che il consiglio di amministrazione della Open Society Foundations, organizzazione no-profit di Soros, ha eletto Alex Soros al posto del padre come presidente a dicembre, e che il più giovane è anche presidente del super PAC di Soros. Fa anche parte del comitato d’investimento che supervisiona il Soros Fund Management, che intende destinare la maggior parte dei suoi 25 miliardi di dollari alla OSF, riservando 125 milioni di dollari al super PAC.

Axios osserva che non è ancora chiaro “se Alex Soros sia interessato al lato hedge-fund dell’operazione come suo padre”, ma per quanto riguarda la filantropia e i contributi politici, Alex chiarisce di essere interessato a sostenere cause liberali proprio come suo padre. In effetti, “sono più politico”, dice al Journal, e intende sostenere cause come il diritto di voto e il diritto all’aborto. “Per quanto mi piacerebbe eliminare il denaro dalla politica, finché lo farà l’altra parte, dovremo farlo anche noi”, aggiunge.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles