mercoledì, Aprile 24, 2024

Phase out nel 2035: “una semplice indicazione” afferma Cingolani

Da tempo si sta parlando dell’addio al motore endotermico. Ma il Ministro della Transizione Ecologica Cingolani precisa che il 2035, per il phase out, è solo una data indicativa.

Quando succederà il phase out?

“Noi dovevamo dare una posizione orientativa di massima dell’Italia, perché nel documento che uscirà a metà 2022 sul pacchetto Fit for 55, tra le varie cose da discutere a livello nazionale ed europeo ci sarà anche la data presunta del phase out” ha dichiarato il Ministro Cingolani. Lo ha fatto parlando della decisione del Cite di allinearsi alla proposta della Commissione Europea sul fermo della vendita di motori endotermici a partire dal 2035.


Transizione elettrica UE apre al dialogo con gli stakeholders


Soltanto un inizio

Intervistato da Milena Gabanelli nella sua rubrica sul Corriere della Sera, Cingolani ha proseguito. “L’Italia ha dato la sua posizione più prudente come tutti i Paesi costruttori. 2035 per le auto e 2040 per i furgoni. Altri Paesi che non producono auto hanno addirittura parlato del 2030. Il 2035, però, non è una data che segna qualcosa, è solo la base su cui iniziare la discussione parlamentare europea” ha spiegato.

Una discussione ancora aperta

Cingolani ha osservato che il 2035 sarà una data che “impone uno sforzo importante alle aziende”. In questo momento, ha proseguito, “l’Europa vuole anche l’Euro 7, uno standard che alle aziende automobilistiche costa moltissimo e come investimento rischia di sovrapporsi a quello per l’elettrico. Si tratta di una discussione aperta, che nei prossimi mesi dovrà arrivare a sintesi, a convergenza a livello europeo”.

Non c’è tempo da perdere

Come già negli ultimi mesi, il Ministro ha insistito sulla necessità di valutare ogni aspetto della transizione ecologica. Due sono i punti fondamentali per favorire la mobilità elettrica. “Uno riguarda lo smaltimento delle batterie: ammesso e non concesso che si faccia tutto quello che si è detto finora per la realizzazione di decine di gigafactory, noi dobbiamo pensare oggi a quanto fare tra 20 anni per smaltire gli accumulatori. In secondo luogo, abbiamo bisogno di una rete di distribuzione elettrica intelligente. Quindi, non dobbiamo perdere tempo: oltre alle infrastrutture dobbiamo lavorare sulla trasformazione della rete elettrica in rete smart” ha dichiarato.

Una trasformazione epocale

Il ministro prosegue affermando che “non basta comprare una Tesla, attaccarla ad una presa e basta. L’auto elettrica richiede una trasformazione epocale”. A suo parere, la cosa migliore come “soluzione ponte” è l’ibrido, che possa traghettare l’endotermico all’elettrico. “Ho assunto una posizione in tempi non sospetti. Come ha detto anche Akio Toyoda, il numero 1 di Toyota, l’assunzione di base non può essere il full electric” ha spiegato. “Tra l’altro molti ignorano che, secondo la metodologia del Life cycle assessment, l’impronta di carbonio di un’auto elettrica misurata già da quando si estraggono le materie prime è pari a quella di un’endotermica di ultima generazione. E parliamo di un’auto media. Al contrario, un ibrido di ultima generazione può arrivare a emissioni estremamente basse limitando le performance”.

La transizione richiede un tempo lungo

Da ultimo, il ministro chiarisce. “La transizione va fatta in un tempo lungo. Forzare troppo la mano sull’elettrico crea degli sbilanciamenti anche dal punto di vista delle materie prime o dell’autosufficienza industriale. Sono temi su cui dobbiamo riflettere e che non vanno ideologizzati”. Concludendo, torna su phase out: “Abbiamo scritto all’Europa per precisare che prima del 2035 non se ne parla nemmeno, e dobbiamo ricordarci che dobbiamo anche valorizzare i biocarburanti. Perché è assurdo avere un carburante che mi consenta di decarbonizzare, e si debba fare il doppio salto mortale per andare sull’elettrico”.

Serena Nencioni
Serena Nencioni
Nata all'Isola d'Elba, isolana ed elbana e orgogliosa di esserlo. Amo la scrittura e la musica.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles