“Perseverance”: il rover atterrerà presto su Marte

0
419
Perseverance: il rover atterrerà presto su Marte

Si chiama Perseverance ed è un rover lanciato della NASA lo scorso luglio. Si tratta della terza spedizione spaziale che sta per raggiungere il Pianeta Rosso. Ce ne sono altre due che seguono lo stesso itinerario. Una prima sonda, lanciata dall’agenzia spaziale degli Emirati Arabi Uniti, a quest’ora avrà raggiunto Marte. Una seconda, lanciata dall’agenzia spaziale cinese, è in vista del pianeta.

Cos’è Perseverance?

Perseverance è un rover progettato dalla NASA. L’agenzia spaziale lo lanciò lo scorso 30 luglio. Gli obiettivi primari della missione Mars 2020 consistono nello studiare l’abitabilità di Marte. Il rover cercherà elementi in grado di raccontare il passato del pianeta. Il suo arrivo è imminente. Secondo i calcoli dovrebbe raggiungere Marte il 18 febbraio. In vista dell’evento, la NASA ha promesso che renderà fruibile il filmato dell’atterraggio.

Perseverance filmerà l’atterraggio

È un evento senza precedenti quello a cui assisteremo. Pare infatti che Perseverance filmerà la manovra d’atterraggio. Una manovra rischiosa, che gli ingegneri spaziali hanno soprannominato: sette minuti di terrore. Il rover fenderà l’atmosfera di Marte prima di dispiegare un paracadute ed attivare un jetpack. Se le cose andranno come devono, Perseverance atterrerà nell’alveo di un antico lago: il cratere Jezero. Il sito è caratterizzato da dune, massi e ripide scogliere che ne attraversano il centro. Non proprio un cuscino di piume, insomma.

La manovra d’atterraggio

“Abbiamo sette minuti per arrivare dalla cima dell’atmosfera alla superficie di Marte, passando da 13.000 mph a zero in sequenza perfetta”, ha detto Adam Steltzner, ingegnere capo della missione. “Il computer dovrà fare tutto da solo, senza alcun aiuto da terra. Se qualcosa va storto, i giochi sono chiusi”. Quando la capsula che protegge Perseverance aprirà il paracadute, precipiterà alla velocità di 150 mph. Ecco perché gli ingegneri hanno dotato il rover di un jetpack.

I sette minuti di terrore

Dopo aver tagliato l’atmosfera di Marte, la capsula si libererà dello scudo di protezione. A quel punto si attiverà un radar, che calcolerà l’esatta posizione e la distanza dal suolo. Una volta giunti in vista del cratere, la capsula mollerà il rover con annesso jetpack. Il jetpack attiverà i motori per consentire una comoda discesa e calerà il rover sulla superficie di Marte prima di volare via. A quel punto Perseverance comincerà l’esplorazione vera e propria.

Commenti