mercoledì, Febbraio 28, 2024

Migranti in Gran Bretagna: nuove polemiche per il piano Ruanda

Nuove polemiche per il piano Ruanda, piano che il governo britannico vuole attuare per deportare i migranti dalla Gran Bretagna al paese africano.

Gran Bretagna: nuove polemiche per il piano migranti Ruanda

In Gran Bretagna scoppia una nuova polemica sul controverso piano Ruanda volto dal governo britannico volto a frenare l’immigrazione irregolare. Il piano prevede di trasferire quote di richiedenti asilo nel paese africano. Il piano è stato contestato dai gruppi per i diritti umani e le organizzazioni dei rifugiati, che hanno accusato il governo britannico di scambiare le persone come merci e hanno definito il piano “crudele”, “disumano” e “neocoloniale”. Anche la Corte europea dei diritti umani si è opposta al piano di deportazione del governo britannico.

La nuova critica riguarda i costi che il governo deve sostenere per il piano Ruanda. Secondo i dati del ministero dell’Interno, infatti, il governo dovrebbe spendere 169 mila sterline per il trasferimento di un singolo migrante dal Regno Unito al Ruanda. Le critiche questa volta arrivano dall’interno del partito di maggioranza. Alcuni deputati conservatori hanno infatti affermato che i costi del piano superano i benefici. La polemica all’interno del partito conservatore arriva in una settimana molto importante per l’approvazione del provvedimento di punta del governo guidato da Rishi Sunak che vede già molti critici fra i membri della Camera dei Lord chiamati ad esprimersi in merito. 


Leggi anche: Regno Unito: un piano per inviare i rifugiati in Ruanda

Deportazioni in Ruanda: Corte europea interrompe l’operazione

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles