Medio Oriente: il Papa preoccupato per la pace in Libano

Il Papa teme per la stabilità del Libano.

0
561
Medio Oriente

Il primo luglio la Città del Vaticano farà da cornice all’incontro tra il Papa e i rappresentanti delle comunità cristiane del Libano. Sul tavolo, il Medio Oriente, la pace e la stabilità. Sarà dunque, un momento di confronto di straordinaria importanza. Per discutere riguardo alle linee politiche che la Chiesa si aspetta da parte dei governi. Riguardo alla situazione medio-orientale. In particolar modo della crisi del Libano.

Medio Oriente: perchè il Papa è preoccupato per la pace in Libano?

Se guardiamo oggi a quel pezzo di mondo, che va dalle coste dell’Atlantico alle montagne del Pakistan, vediamo uno scenario desolante. Nel quale, con poche eccezioni, gli uomini vivono in condizioni difficili o disperate. E da queste condizioni non si capisce come possano uscire. Il Santo Padre ha da sempre mostrato vicinanza per questi popoli. Che vivono situazioni di grande sofferenza. In bilico fra la resistenza e la migrazione. Principali cause di sofferenza di persone innocenti. Che si vedono calpestare la propria terra da altri. In cerca diricchezze e potere“. Ma a preoccupare ora il Pontefice, è la complessa situazione del Libano. Difatti il Paese è preda di una terribile crisi economica e finanziaria. La peggiore degli ultimi 30 anni. Con una soglia di povertà che ha superato il 50% della popolazione. E dove ormai la tensione sociale e politica è fortemente in ascesa.


Leggi anche – Cristiani e buddisti un’unica visione: la solidarietà


Pace e stabilità

All’inizio era Israele contro la Palestina. Ma il conflitto rischia di dilatarsi. Come testimonia il lancio notturno di razzi, di pochi giorni fa, sparati dalla zona di Rashaya al Fuqar, verso Israele. Una situazione dunque che sta rapidamente sfuggendo al controllo. Ma occorre andare all’origine del problema per trovare la soluzione. Un enorme problema geopolitico. Determinato da decenni di decisioni sconsiderate prese a cavallo dell’Atlantico. Che hanno messo a ferro e fuoco il medio oriente e scoperchiato un vaso di Pandora. Capace di trascinare il mondo ai bordi di un abisso. Di cui è persino difficile capire la profondità.