La lettura come strumento d’apprendimento e di crescita. Leggere fa bene

0
391

La lettura è definita come uno strumento d’apprendimento e di crescita. Come pure è imprescindibile per la libertà e per l’inclusione. Leggendo, è possibile sviluppare la capacità di esprimersi con chiarezza. Permette lo sviluppo della persona e della creatività. Aumenta l’empatia. Trasmettere fin dall’infanzia la passione per i libri è fondamentale per scoprire e capire i contenuti del passato. Per questo, leggere è importante per ogni essere umano.

La lettura è definita come uno strumento d’apprendimento e di crescita. E’ indispensabile per la libertà e per l’inclusione. Altresì, leggendo, è possibile sviluppare capacità di esprimersi con chiarezza. Ancora, permette lo sviluppo della persona e della creatività. Aumenta l’empatia.

Trasmettere fin dall’infanzia la passione per i libri è fondamentale per scoprire e capire i contenuti del passato.

Questi, una volta elaborati, potranno essere diffusi. In tal modo, hanno una visione nuova. Per questo, leggere è importante per ogni essere umano. 

 https://www.periodicodaily.com/sul-piacere-della-lettura/

Fin da piccoli, è importante appassionarsi alla lettura. Proprio perché la lettura è considerata strumento d’apprendimento e di crescita.

Ciò avviene anche attraverso la fase dell’ascolto. Questa diventa un momento privato. E’ un luogo privilegiato dove i bambini ascoltano la voce di mamma e papà, oppure dei nonni o di altre figure di riferimento. Durante quel tempo, infatti essi imparano a scoprire cose nuove e diverse.

E’ possibile scaricare le tensioni e sviluppare la capacità di rilassarsi. Migliorano le capacità creative e cognitive.

Tutto questo, aiuterà l’adulto di domani ad avere un vocabolario più ricco e maggiore proprietà di linguaggio. Sarà preparato adeguatamente per vivere in società.

I libri insegnano a comprendere il mondo. Attraverso la lettura, l’individuo impara a riflettere e a pensare. Aumenta l’empatia. Si associano emozioni e sentimenti ai personaggi che si leggono. E in questi, ci si può facilmente identificare.

Leggere è un piacere.

https://www.periodicodaily.com/leggere-tutti-i-benefici/

Lo scrittore per l’infanzia Gianni Rodari affermava:

“La lettura è quel sesto senso che va piantato, annaffiato, curato. I libri sono semi: alimentano la mente, accrescono l’intelligenza, la creativitA’ “

Egli ha descritto nove modi per insegnare ai bambini a odiare la lettura:

  1. Il primo è di presentare il libro come un’alternativa alla TV. In realtà, la televisione può arricchire il proprio vocabolario e ampliare informazioni e idee.
  2. Il secondo è di presentare il libro come un’alternativa al fumetto. Questo paragone non può esistere.
  3. Il terzo è dire ai bambini di oggi che i bambini di una volta leggevano di più. Essi non possono essere messi a confronto con i bambini del passato. Soprattutto non devono leggere per far piacere agli adulti, cioè ai bambini di ieri.
  4. Il quarto è sostenere che i bambini abbiano troppe distrazioni. Assolutamente non veritiero. Infatti le distrazioni riguardano il tempo libero. Sono più gradite. Perciò maggiormente efficaci sul piano educativo.
  5. Il quinto è dare la colpa ai bambini se non amano la lettura. In realtà, ciò che è ritenuto educativo anche da chi mette i libri in commercio, risulta noioso per i lettori.
  6. Il sesto è trasformare il libro in uno strumento di tortura. Così la lettura diventa sgradevole e di scarso interesse.
  7. Il settimo è rifiutarsi di leggere al bambino. Leggere al bambino è un gesto affettuoso. Esprime cura.
  8. L’ottavo è non offrire una scelta sufficiente. Infatti, in relazione all’umore o all’interesse verso un determinato argomento, gli interessi si spostano.
  9. Il nono è ordinare di leggere. In realtà, è necessario creare le condizioni affinché ci sia apprendimento.

Certo è che la lettura che educa è uno strumento fondamentale per la formazione umana.

Leggere significa conoscere. La conoscenza è intesa sia sul piano esterno che su quello interno.

Dunque, si arricchiscono i sentimenti e le emozioni. Essi saranno meglio comprensibili.

Ogni libro ha un fascino particolare e ha una risonanza nel lettore. Egli ne acquisisce un senso di completezza ed arricchimento.