venerdì, Giugno 21, 2024

La dieta psicobiotica: lo studio su più alimenti fermentati e fibre

Negli ultimi anni, un numero crescente di ricerche ha dimostrato che la dieta psicobiotica, può avere un enorme impatto sulla nostra salute. Infatti, una dieta sana può anche ridurre il rischio di molte malattie comuni.

Alimentazione per affrontare lo stress

Spesso ci viene detto che le cose migliori che possiamo fare sono fare esercizio. Trovare il tempo per le nostre attività preferite o provare la meditazione o la consapevolezza. Ma i tipi di alimenti che mangiamo possono anche essere un modo efficace per affrontare lo stress. Secondo una ricerca pubblicata da me e da altri membri di APC Microbiome Ireland. L’ultimo studio ha dimostrato che mangiare più cibi fermentati e fibre ogni giorno. Dopo sole quattro settimane ha avuto un effetto significativo sull’abbassamento dei livelli di stress percepiti.

I meccanismi alla base dell’effetto con la dieta psicobiotica

Sulla salute mentale non sono ancora del tutto chiari. Ma una spiegazione di questo legame potrebbe essere attraverso la relazione tra il nostro cervello e il nostro microbioma. I trilioni di batteri che vivono nel nostro intestino. Conosciuto come l’asse intestino-cervello, questo consente al cervello e all’intestino di essere in costante comunicazione tra loro. Consentendo il verificarsi di funzioni corporee essenziali come la digestione e l’appetito. Significa anche che i centri emotivi e cognitivi nel nostro cervello sono strettamente collegati al nostro intestino. Mentre ricerche precedenti hanno dimostrato che lo stress e il comportamento sono anche legati al nostro microbioma. Fino ad ora non è stato chiaro se il cambiamento della dieta (e quindi il nostro microbioma) potesse avere un effetto distinto sui livelli di stress.

Lo studio: la dieta psicobiotica

Per testare questo, si è reclutato 45 persone sane con diete relativamente povere di fibre, di età compresa tra 18 e 59 anni. Più della metà erano donne. I partecipanti sono stati divisi in due gruppi. E assegnati in modo casuale a una dieta da seguire per la durata di quattro settimane dello studio. A circa la metà è stata assegnata una dieta progettata dalla nutrizionista Dr Kirsten Berding. Che avrebbe aumentato la quantità di cibi prebiotici e fermentati che mangiavano.

Questa è nota come dieta “psicobiotica”

Poiché includeva cibi che sono stati collegati a una migliore salute mentale. A questo gruppo è stata impartita una sessione di formazione individuale con un dietista sia all’inizio che a metà dello studio. È stato detto loro che avrebbero dovuto mirare a includere 6-8 porzioni al giorno di frutta e verdura ad alto contenuto di fibre prebiotiche. Come cipolle, porri, cavoli, mele, banane e avena, 5-8 porzioni di cereali al giorno e 3-4 porzioni di legumi a settimana. È stato anche detto loro di includere 2-3 porzioni al giorno di cibi fermentati (come crauti, kefir e kombucha). I partecipanti alla dieta di controllo hanno ricevuto solo consigli dietetici generali, basati sulla piramide alimentare di un’alimentazione sana.

Meno stress con la dieta psicobiotica

È interessante notare che coloro che hanno seguito la dieta psicobiotica hanno riferito di sentirsi meno stressati rispetto a coloro che hanno seguito la dieta di controllo. C’era anche una correlazione diretta tra il modo in cui i partecipanti seguivano rigorosamente la dieta e i loro livelli di stress percepiti, con coloro che hanno mangiato più cibi psicobiotici durante il periodo di quattro settimane che hanno riportato la maggiore riduzione dei livelli di stress percepiti. Inoltre la qualità del sonno è migliorata in entrambi i gruppi, anche se quelli che seguivano una dieta psicobiotica hanno riportato maggiori miglioramenti nel sonno. Altri studi hanno anche dimostrato che i microbi intestinali sono coinvolti nei processi del sonno , il che potrebbe spiegare questo legame.

La dieta psicobiotica ha causato solo sottili cambiamenti

Nella composizione e nella funzione dei microbi nell’intestino. Tuttavia, abbiamo osservato cambiamenti significativi nel livello di alcune sostanze chimiche chiave prodotte da questi microbi intestinali. Alcune di queste sostanze chimiche sono state collegate alla salute mentale , il che potrebbe potenzialmente spiegare perché i partecipanti alla dieta hanno riferito di sentirsi meno stressati. I risultati suggeriscono che è possibile utilizzare diete specifiche per ridurre i livelli di stress percepiti. Questo tipo di dieta può anche aiutare a proteggere la salute mentale a lungo termine poiché prende di mira i microbi nell’intestino.

Sebbene questi risultati siano incoraggianti lo studio non è privo di limiti:

  1. La dimensione del campione è piccola a causa della pandemia che limita il reclutamento.
  2. In secondo luogo, la breve durata dello studio potrebbe aver limitato i cambiamenti che abbiamo osservato e non è chiaro quanto sarebbero durati. Pertanto, saranno necessari studi a lungo termine.
  3. Mentre i partecipanti hanno registrato la loro dieta quotidiana, questa forma di misurazione può essere suscettibile di errori e distorsioni, specialmente quando si stima l’assunzione di cibo. E anche se abbiamo fatto del nostro meglio per assicurarci che i partecipanti non sapessero a quale gruppo erano stati assegnati, potrebbero essere stati in grado di indovinare in base ai consigli nutrizionali che erano stati dati. Ciò potrebbe aver influito sulle risposte che hanno fornito alla fine dello studio.

Infine, lo studio ha esaminato solo le persone che erano già sane

Ciò significa che non capiamo quale effetto potrebbe avere questa dieta su qualcuno che potrebbe non essere così sano. Tuttavia, il nostro studio offre prove entusiasmanti che un modo efficace per ridurre lo stress può essere attraverso la dieta. Sarà interessante sapere se questi risultati possono essere replicati anche in persone che soffrono di disturbi legati allo stress, come ansia e depressione. Aggiunge inoltre ulteriori prove a questo campo di ricerca , mostrando prove di un’associazione tra la dieta, il nostro microbioma e la nostra salute mentale.

Quindi la prossima volta che ti senti particolarmente stressato

Forse vorrai pensare più attentamente a cosa intendi mangiare a pranzo oa cena. Includere più fibre e cibi fermentati per alcune settimane può aiutarti a sentirti un po’ meno stressato.

Claudia Cornacchini
Claudia Cornacchini
Claudia Cornacchini è redattrice presso periodicodaily, dove scrive di attualità, cultura, salute, nutrizione, tra le altre cose. Ha conseguito un diploma di maestra d'arte ed è naturopata certificata.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles