Kuleba esorta il mondo a criminalizzare l’uso del simbolo “Z”

0
291
Kuleba esorta il mondo a criminalizzare l’uso del simbolo “Z”

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, esorta il mondo a criminalizzare l’uso del simbolo “Z” utilizzato dall’esercito russo durante l’invasione dell’Ucraina. La Germania ha già annunciato che esporre la “Z” per sostenere la Russia sarà considerato apologia di reato. Ma c’è chi afferma anche che in Occidente c’è la libertà di parola e quindi non si può vietare di esporre un simbolo.

Il ministro Kuleba esorta il mondo a criminalizzare l’uso del simbolo “Z”?

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, ha esorto la comunità internazionale a criminalizzare l’uso del simbolo “Z”. “Invito tutti gli Stati a criminalizzare l’uso del simbolo ‘Z’ come mezzo per sostenere la guerra di aggressione russa contro l’Ucraina. La ‘Z’ significa crimini di guerra russi, bombardamento delle città, migliaia di ucraini uccisi. Il sostegno pubblico a queste barbarie deve essere vietato”, ha affermato Kuleba.

La Germania ha già annunciato i primi provvedimenti

La Germania è stata la prima nazione a prendere posizione sull’uso del simbolo “Z”. Il ministero dell’Interno ha fatto sapere che esporre la “Z” per sostenere la Russia sarà considerato apologia di reato. D’ora in poi chi esporrà la lettera “Z” con l’intento di sostenere le azioni dell’esercito russo poterà essere multato o condannato fino a tre anni di carcere. Nei giorni scorsi annunci simili erano già stati fatti in diverse località tedesche. In Baviera, il ministro della Giustizia Georg Eisenreich aveva annunciato che mostrare il simbolo “Z” sarà considerato un reato penale. “L’ufficio del pubblico ministero bavarese sta intraprendendo azioni coerenti contro le persone che approvano pubblicamente la guerra di aggressione che viola il diritto internazionale”, aveva detto Eisenreich. Anche la Lituania ha riferito che sta lavorando ad un disegno di legge che mira a vietare l’uso del simbolo “Z”. “La Lituania ci sta già lavorando. Il disegno di legge ha già superato la fase 1/3”, ha affermato Monika Ošmianskienė, membro del parlamento lituano.


Leggi anche: Germania: in Baviera è reato mostrare il simbolo “Z”