Inspiration4: l’equipaggio di SpaceX completa la missione

0
266
Inspiration4

I quattro turisti di SpaceX, scelti per la missione chiamata Inspiration4, sono tornati sulla Terra in sicurezza sabato dopo aver trascorso tre giorni nello spazio.

Inspiration4: cos’è?

L’hanno chiamata “Inspiration4”, ed è la prima missione dedicata al turismo spaziale che SpaceX lancia in questo 2021. Si tratta di una missione spaziale privata che si svolge a bordo del veicolo spaziale Crew Dragon Resilience di SpaceX. Il lancio è avvenuto il 16 settembre 2021. È la prima missione spaziale con equipaggio a volare con a bordo solo cittadini che non fanno parte di nessuna agenzia spaziale. Sfruttando l’attenzione pubblica verso la missione, l’obiettivo principale è raccogliere donazioni per l’ospedale pediatrico St. Jude Children’s Research Hospital di Memphis. La volontà ultima è quella di sensibilizzare l’opinione pubblica sul lavoro che la struttura svolge nel trovare una cura per il cancro infantile. La missione è finanziata da Jared Isaacman, 38enne imprenditore fondatore di Shift Payments e co-organizzata dal St. Jude Children’s Research Hospital.

Inspiration4: la missione

La capsula SpaceX Dragon ha uno scudo termico che le ha permesso di resistere alla discesa. Quattro grandi paracadute l’hanno rallentata prima di schizzare nell’Oceano Atlantico al largo della costa della Florida alle 19:06. “È stato un bel viaggio per noi, e siamo solo all’inizio”, ha detto poco dopo l’atterraggio il capitano miliardario Jared Isaacman, che ha finanziato il viaggio con l’obiettivo di rendere lo spazio un po’ più accessibile. Una barca SpaceX ha immediatamente recuperato la capsula, prima che il suo portello fosse aperto e i turisti spaziali, sorridendo ampiamente e agitando le braccia in aria, uscissero uno per uno. Successivamente si sono diretti al Kennedy Space Center, dove Ispiration4 era partita lo scorso mercoledì.

L’obiettivo della missione

L’obiettivo dichiarato di “Inspiration4” era incoraggiare la democratizzazione dello spazio, dimostrando che il cosmo è accessibile agli equipaggi che non sono stati né selezionati né addestrati per anni. “Congratulazioni @Inspiration4x!!!” ha twittato Elon Musk, fondatore di SpaceX, dopo l’atterraggio. I quattro novizi spaziali hanno trascorso tre giorni in orbita attorno alla Terra, viaggiando più lontano della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con un’orbita di circa 575 chilometri di altezza, e facendo il giro del mondo più di 15 volte ogni giorno.