sabato, Marzo 2, 2024

Guardare il cellulare appena svegli fa male al cervello

Guardare il cellulare appena svegli fa male al cervello. Lo dice la scienza. Lasciamo lo smartphone sul comodino tutta la notte sotto carica, magari per comodità, perché ci fa da sveglia. O perché fino a prima di addormentarci guardiamo una notizia, rispondiamo a un messaggio o mandiamo una mail. E poi al mattino, appena svegli, scorriamo i feed dei social, guardiamo il cellulare ed è riconosciuto che è tra le abitudini più tossiche per il cervello. Andiamo a comprendere il perché, anche attraverso i risultati di uno studio, e come prendersi cura del proprio cervello.

La cattiva abitudine di essere sempre connessi

Guardare il cellulare appena svegli fa male al cervello. Lo dice la scienza. Al mattino, appena svegli, scorriamo i feed dei social, guardiamo il cellulare ed è riconosciuto che è tra le abitudini più tossiche per il cervello. E’ riconosciuto dalla scienza che è tra le abitudini più tossiche per il cervello. Danneggia il cervello. Senza rendersene conto. Infatti, questa è tra le abitudini quotidiane che risultano nocive. Controllare chiamate, messaggi e notifiche appena svegli non è salutare. Rappresenta una modalità nociva di svegliare il cervello perché va a impattare la tranquillità.

Pertanto, la cattiva abitudine di essere sempre connessi andrebbe evitata proprio per favorire il benessere cerebrale. Difatti essere sempre connessi non fa bene alla salute.

Gli effetti dell’ ‘imprevedibilità’

Secondo la scienza, guardare il cellulare appena svegli fa male al cervello. Gli esperti spiegano che siamo attratti dai social per l’aspetto gradevole. Questi elementi aumentano la dopamina che produciamo. Ciò predispone il cervello a una maggiore distrazione. Si verifica il cosiddetto ‘errore di previsione della ricompensa’, cioè il cervello vive come una ricompensa l’errore di previsione. Ovvero, quando la ricompensa effettiva è diversa da ciò che i neuroni dopaminergici avevano previsto.

Se si verifica una ricompensa maggiore rispetto a quanto anticipato, la risposta della dopamina aumenta. Allora quando si guarda il cellulare appena svegli, leggiamo notizie, contenuti nuovi e imprevedibili. Tale imprevedibilità è correlata al risultato gratificante. Ci fa entrare in un circolo vizioso quasi incontrollabile, attraverso l’aumento della produzione di dopamina. E quest’ultima porta alla formazione di abitudini.

Guardare il cellulare appena svegli fa male

Perché fa male al cervello guardare il cellulare appena svegli?

Perché produce effetti negativi sull’organismo. Infatti, gli scienziati spiegano che equivale a ‘seppellire il cervello di informazioni facendolo correre di prima mattina, dietro ispirazioni banali o drammatiche, che fanno passare troppo rapidamente il cervello da una fase creativa notturna a una fase servile diurna generando ansia e tecnostress’.

Si tratta di una modo brusco di svegliare il nostro cervello. Infatti, attraverso il cellulare, si ricevono tanti stimoli intrusivi che ostacolano il benessere emotivo.

Uno studio

La rivista ‘Anxiety, Stress and Coping’ ha pubblicato uno studio che permette di convalidare che accedere alle informazioni del cellulare appena svegli, aumenta l’ansia. E’ emerso anche che esiste la tendenza a porre l’attenzione alle notizie negative. Queste portano malessere e tensione. Guardare il telefono appena svegli, così, fa male al cervello. Gli scienziati sconsigliano di tenere vicino al letto i cellulari. E anche la sera, andrebbe spento almeno un’ora prima di addormentarsi.

Effetti negativi di guardare il cellulare appena svegli

Guardare il telefono appena svegli fa male al cervello e può avere conseguenze anche gravi.

Il cervello subisce una sovraesposizione. La conseguenza è anche un crollo della capacità di concentrazione. Come pure può portare al disagio psicologico e deterioramento della salute mentale.

Come smettere di usare lo smartphone appena svegli?

Non guardare il cellulare appena svegli significa iniziare a prendersi cura del proprio cervello. Come? Evitando di guardare le notizie e i social sul telefono appena svegli. Ad esempio, attraverso semplici accorgimenti:

  • sistemare il cellulare in una stanza diversa da quella in cui si dorme;
  • silenziare le notifiche, perché originano nel cervello una connessione tra stimolo e risposta. La notifica porta direttamente alla risposta, cioè controllare i social network, senza alcuna selezione da parte nostra.

Comprendere se l’abitudine di guardare il cellulare appena svegli si riduce, appunto, soltanto ad un’abitudine. Oppure è l’inizio di un disagio che va indagato.

I neurologi consigliano di provare a trascorrere mezza giornata senza connessione internet e lontano dal web. All’inizio, potrebbe verificarsi un senso di smarrimento e nervosismo. Ma durerebbero davvero poco.

https://www.periodicodaily.com/fomo-fear-of-missing-out-paura-di-essere-tagliati-fuori/

Donatella Palazzo
Donatella Palazzo
Psicologa individuale, familiare e di coppia, e scrittrice. Sessoanalista (Istituto Italiano di Sessoanalisi e Dinamiche Sessuali). Specialista delle Risorse umane. Progettista in ambito sociale e scolastico. Membro dello Staff della Casa Editrice Noitrè. L'attività comprende, tra l'altro, la valutazione dei contributi di prossima pubblicazione, l'organizzazione degli eventi da presentare al pubblico e altro in ambito culturale.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles