mercoledì, Febbraio 28, 2024

F.O.S.O., affrontare la paura di ricominciare

Può capitare di dover ricominciare da capo, per motivi diversi tra loro, ad esempio dopo la fine di una relazione, dopo un lutto importante o per il cambio di lavoro. Ancora per il trasferimento in un’altra città. Non tutti riescono a farlo con facilità, infatti è possibile vivere la paura di ricominciare con difficoltà e sviluppando un vero e proprio blocco emotivo per la paura di lasciare la propria ‘comfort zone”. Ma come si chiama questa paura? E’ definita F.O.S.O., appunto la ‘paura di ricominciare’. Andiamo a vedere di cosa si tratta, cosa la origina e quali strategie possono essere attuate.

Cos’è la F.O.S.O.?

La F.O.S.O. è la paura di ricominciare, di ripartire da zero. Deriva dall’acronimo di Fear of Starting Over, che significa appunto paura di ricominciare da capo. Si verifica un blocco e ci si può sentire come chiusa in una gabbia.

Si tratta del timore che emerge per motivi diversi tra loro. Ad esempio dopo la fine di una relazione, dopo un lutto importante o per il cambio di lavoro. Ancora per il trasferimento in un’altra città. Non tutti riescono a ricominciare da zero con facilità. Infatti, è possibile vivere la paura di ricominciare con difficoltà e sviluppando un vero e proprio blocco emotivo per la paura di lasciare la propria ‘comfort zone’.

Caratteristiche della F.O.S.O.

La paura di ricominciare è paralizzante. Si sperimenta davanti a un cambiamento che fa trovare bloccati al solo pensiero di una trasformazione. Il cambiamento fa paura, logora, specialmente nei soggetti ansiosi. In queste persone, la nuova strada può portare a sviluppare un grande timore perché si percorre una strada al buio.

Come funziona?

Chi è affetto dalla F.O.S.O. sviluppa paura tale da accontentarsi di ciò che si ha. Così il rischio è stare male o fare ciò che non piace.

L’insoddisfazione, in qualsiasi ambito si possa sviluppare la F.O.S.O., cioè al lavoro, nelle relazioni private o per una perdita, è uno stato che non si vuole modificare. Ciò per la paura di guardare al futuro e alle novità.

Questa, se interviene come meccanismo di difesa, non rappresenta un problema perché avviene in maniera naturale. Mentre se la preoccupazione e il timore diventano eccessivi, possono ostacolare di approcciarsi al domani senza paure.

Origine della F.O.S.O.

La F.O.S.O. può nascere:

  • dopo la fine di una relazione;
  • in caso di cambio di lavoro;
  • dopo un lutto;
  • durante un percorso di crescita personale;
  • per un trasferimento;
  • per un cambiamento nella propria vita.

Come gestire la F.O.S.O.

Attraverso adeguate strategie, può essere meno difficile gestire la paura di rimettersi in gioco. Dunque, ci si può lasciare alle spalle ciò che si conosce. Come? Ad esempio:

  • non negando la propria paura;
  • sviluppare obiettivi;
  • porsi domande;
  • praticare la gratitudine.

Strategie per contrastare la F.O.S.O.

La F.O.S.O. può essere affrontata attraverso delle precise strategie:

  • allenarsi ad accettare i cambiamenti, dunque mantenere un atteggiamento positivo verso le novità, nonostante la paura di ripetere tutto dall’inizio, causato anche da insicurezza;
  • aumentare l’autostima, comprendendo le proprie fragilità e da queste contenere le paure;
  • praticare attività fisica che sostiene quando ci si vuole mettere in gioco e per superare gli ostacoli.

Conclusioni

Ricominciare da capo è difficile. Può portare fatica e il rischio è restare intrappolati in situazioni che conducono all’insoddisfazione e alla frustrazione.

E ancora, si può rimanere spettatori esterni della propria vita perché ci si può sentire come rinchiusi in una gabbia per la paura di qualcosa di nuovo. E’ importante comprendere fino a che punto la paura può essere invalidante. Come pure se è necessario intraprendere un percorso di cure psicologiche per affrontare le proprie sicurezze e paure.

https://www.periodicodaily.com/fomo-fear-of-missing-out-paura-di-essere-tagliati-fuori/

Donatella Palazzo
Donatella Palazzo
Psicologa individuale, familiare e di coppia, e scrittrice. Sessoanalista (Istituto Italiano di Sessoanalisi e Dinamiche Sessuali). Specialista delle Risorse umane. Progettista in ambito sociale e scolastico. Membro dello Staff della Casa Editrice Noitrè. L'attività comprende, tra l'altro, la valutazione dei contributi di prossima pubblicazione, l'organizzazione degli eventi da presentare al pubblico e altro in ambito culturale.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles