Epidurale ed autismo: il mito che va sfatato

0
428

Epidurale ed autismo non sono collegati. È ciò che emerge da un recente studio condotto dall’Università di Manitoba a Winnipeg in Canada. Per diverso tempo infatti, si è pensato che la somministrazione dell’epidurale durante il parto fosse collegata allo sviluppo dell’autismo. In realtà l’anestesia e il disturbo non hanno nulla a che fare l’una con l’altro.


Autismo: conoscere la malattia sensibilizzando il mondo


Perchè epidurale ed autismo non sono collegate?

La dottoressa Elizabeth Wall-Wieler è una ricercatrice dell’Università di Manitoba a Winnipeg in Canada, che con il suo team ha voluto capire se tra epidurale ed autismo c’è qualche collegamento. La risposta è negativa. L’anestesia locale a cui le madri in travaglio si sottopongono, non centrerebbe nulla con lo sviluppo dello spettro autistico nei bambini. Questa ricerca va quindi a smentire uno studio condotto negli Stati Uniti. Quest’ultimo affermava che i bambini nati da madri che avevano richiesto l’epidurale, avrebbero avuto più probabilità di sviluppare il disturbo. Ovviamente l’esito di questa richiesta aveva scatenato il caos tanto che molti scienziati si erano discostati completamente dallo studio. La ricerca canadese ha preso “a campione” 123mila neonati, il 38% di questi, nati dopo aver effettuato l’epidurale. Dopo aver studiato fattori sociodemografici o preesistenti alla gravidanza collegati alla madre, si è evinto che le due cose non sono collegate. Questo risultato è importante perchè le donne devono essere serene durante un momento così delicato come il parto.