Colorado: approva legge che semplifica adozione nelle coppie LGBTQ

0
339
Colorado:

Colorado: il governatore Jared Polis ha firmato una legge che semplifica il processo di adozione di bambini nelle coppie LGBTQ. Concepiti attraverso la riproduzione assistita. È davvero un momento storico perchè vi è il riconoscimento di un diritto che di fatto è già perseguito da migliaia di famiglie non solo omogenitoriali. E che testimonia l’urgenza di ripensare il diritto di famiglia in modo inclusivo e non escludente. 

Colorado: cosa prevede la “legge di Marlo”?

La legge di Marlo, ufficialmente chiamata HB 22-1153, aiuta a semplificare il processo di adozione per i genitori dello stesso sesso. I cui figli sono concepiti attraverso la riproduzione assistita. E che consente ai genitori LGBTQ di dichiarare un “riconoscimento volontario di parentela”. Una dichiarazione dei diritti degli omogenitori che ha tutta la forza di un’ingiunzione del tribunale. E’ un enorme passo avanti verso l’uguaglianza per i coloradesi #LGBTQ, che spesso usano l’ART per concepire”, ha scritto Esgar. Il leader della maggioranza alla Camera del Colorado.

Diritti civili: gli USA alle prese con una guerra culturale

Il Paese composto da 50 Stati e 330 milioni di persone, è alle prese con una guerra culturale. Che si combatte ogni giorno nelle scuole, sui libri, nei tribunali, nei seggi elettorali, nelle TV e sui social network. In cui due fazioni, appartenenti una al Partito Democratico, l’altra al Partito Repubblicano, si scontrano sul futuro. Tuttavia è una “guerra” che scaturisce dalla progressiva radicalizzazione del partito repubblicano. Il quale lavora per limitare i diritti politici e civili di tutte le persone. Il governatore del Colorado Jared Polis, il primo uomo apertamente gay ad essere eletto governatore, ha criticato la spinta per leggi anti-LGBTQ negli Stati a guida repubblicana.

Il rapporto di Amnesty International

Secondo un rapporto di Amnesty International i diritti sessuali e riproduttivi negli Usa si trovano di fronte a una sfida senza precedenti. A sole sei settimane dall’inizio del 2022, sono state introdotte più di 150 legislazioni anti-LGBTQ in tutto il Paese. Stati come la Florida stanno arrivando al punto di vietare le discussioni in classe sull’orientamento sessuale e l’identità di genere e richiedono agli insegnanti di informare i genitori della sessualità dei loro figli se si identificano come LGBTQ. Tuttavia, l’amministrazione Biden ha avviato l’iter di abrogazione delle politiche discriminatorie contro le persone Lgbtq messe in atto dalla precedente amministrazione. Cancellando tra l’altro il divieto per le persone transgender di prestare servizio nell’esercito. E ripristinando le protezioni a tutela degli studenti contro la discriminazione per motivi legati all’orientamento sessuale e all’identità di genere. Nonostante ciò a livello statale sono state presentate centinaia di proposte di legge che avrebbero eroso i diritti delle persone Lgbtq.


Leggi anche – Soros. Europa mantenga i nervi saldi: Russia non ha flessibilità stoccaggio del gas