mercoledì, Giugno 19, 2024

Cile al voto per una nuova Costituente

Il Cile al voto pe una nuova Costituente. I cileni sono chiamati alle urne per eleggere un’assemblea costituente incaricata di elaborare un nuovo testo in sostituzione di quello vigente approvato sotto la dittatura militare di Pinochet.

Cile al voto per una nuova Costituente

Il Cile è chiamato a eleggere per la seconda volta un’assemblea costituente incaricata di elaborare un nuovo testo in sostituzione di quello vigente approvato sotto la dittatura militare di Pinochet. Si voterà per eleggere 50 consiglieri, 25 donne e 25 uomini, che saranno gli incaricati di esaminare e apportare modifiche alla bozza di Costituzione elaborata da un gruppo di 24 esperti eletti dal parlamento.

Le richieste di una nuova Costituzione sono iniziate a seguito delle proteste scoppiate nella primavera del 2019. Milioni di persone scesero in piazza chiedendo riforme sociali nonostante la pesante repressione delle forze statali. Ci furono migliaia di feriti e decine di morti. Tutto ciò alimentò il malcontento ed esacerbò la sfiducia nei confronti degli attori politici, in particolare nei confronti del governo conservatore di Pinera che all’epoca deteneva il potere. Nell’ottobre del 2020 il governo decise di indire un referendum nel quale chiedeva ai cittadini se volessero cancellare l’attuale Costituzione e scriverne una nuova. Il 78% dei cileni votò a favore di una nuova Costituzione. Nel luglio del 2022, si concluse la stesura della nuova Costituzione cilena. Il 4 settembre, i cileni furono chiamati alle urne per esprimersi sul nuovo testo. Tuttavia, il 62% dei cileni bocciò la nuova Costituzione.

In vantaggio i conservatori

Gli ultimi sondaggi mostrano uno scarso coinvolgimento ed entusiasmo dei cileni. Inoltre, mostrano che i partiti conservatori, Partito Repubblicano, Chile Seguro e Partido de la Gente, potrebbero raggiungere il 60% dei consensi. La coalizione di governo Unidad para Chile del presidente Gabriel Boric avrebbe solo il 25% dei conensi e la colazione di centro sinistra Todo por Chile il 10%. Se i sondaggi dovessero essere confermati c’è il rischio che i due partiti apertamente contrari ad una nuova costituzione, quello Repubblicano e il Partido de la Gente, raggiungano i 20 seggi necessari per opporre il veto e siano in grado di far fallire l’intero processo costituente. Una grande vittoria dei partiti conservatori mostrerebbe anche che il governo progressista di Boric continua a perdere consensi.


Leggi anche: Cile: bocciata la nuova Costituzione

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles