Battaglia di Alcazarquivir – 1578: la vittoria dei Marocchini

0
230

In Marocco, il 4 agosto 1578 la Battaglia di Alcazarquivir, tra le forze marocchine e le milizie imperiali portoghesi. Nella città di Ksar El Kebir della regione di Tangeri, le parti avversarie di Sebastiano I di Portogallo e Muhammed II, contro il Sultano Abd al – Malik. Di fatto, una corsa al potere territoriale dell’area del Sultanato marocchino, già con squilibri tra le dinastie regnanti. Come esito del conflitto bellico, il successo delle milizie marocchine.

Battaglia di Alcazarquivir: cosa succede in Marocco nel 1578?

Nell’odierno Marocco, la Battaglia di Alcazarquivir anche nota come scontro dei Tre Re, nel 1578. Da un lato, il monarca di Portogallo e dell’Algarve Sebastiano I, alla guida delle proprie truppe, in alleanza con l’erede al trono marocchino Muhammed II. Dall’altra parte, il regnante del Magreb Abd al – Malik, appartenente alla medesima dinastia del Sultanato avversario.

A fronte di ciò, l’obiettivo di espansione territoriale per il sovrano portoghese e la decisione di predominio sull’area africana dei Sultanati. Nel 1574, un primo tentativo di Sebastiano I, di allargare i propri confini del Regno, con il pretesto della collocazione al trono di Muhammed II. In realtà, il parente del nuovo tronista marocchino provvede a rimuovere dalla sovranità, il nuovo Sultano.

In seguito alla deposizione del trono, Muhammed II fugge nella Penisola Iberica. Alla fine della Battaglia di Alcazarquivir, la sconfitta delle milizie portoghesi e la morte di tutti i capi sfidanti. Come conseguenze, in Portogallo la fine del casato Aviz e l’occupazione spagnola del Paese, dopo gli squilibri del 1580. Mentre in Marocco, il Sultanato della dinastia Sa’diana, regna con l’ascesa al trono del fratello Ahmad.

Sebastiano I di Portogallo

Il sovrano nasce a Lisbona il 20 gennaio 1554 e decede ad Alcazarquivir il 4 agosto 1578. Dalle origini portoghesi, la famiglia con il padre Giovanni Manuele d’Aviz e la madre Giovanna d’Asburgo. Ancora in fasce, la perdita del padre e l’abbandono della madre, che decide la vita religiosa in un convento. A fronte di ciò, Sebastiano cresce con i parenti e diviene sovrano di Portogallo a soli tre anni, alla morte del nonno Giovanni III, nel 1557.

Per la prematura età del sovrano, la reggenza monarchica della nonna Caterina e dello zio Enrico. Nel 1578, il regnante di Portogallo affronta i capi dei Sultanati del Marocco, per ottenere il predominio territoriale. Dopo un conflitto bellico di diverse ore, la sconfitta e la morte sul campo di battaglia. In seguito alla sconfitta delle milizie portoghesi, nella Battaglia di Alcazarquivir, la ricorrenza dei festeggiamenti della vittoria marocchina, nel corso dei secoli.