Diplomatici russi cacciati senza rinnovo visto

0
493
diplomatici russi

Gli Usa e la Russia si scontrano sul personale consentito nelle loro rispettive ambasciate. Il motivo: il non rinnovo del visto a 24 diplomatici russi. Questo porta le relazioni tra i due paesi di nuovo verso un congelamento.

Perché ai diplomatici russi non è rinnovato il visto?

L’ambasciatore russo a Washington, Anatoly Antonov, afferma che “gli Usa sono “persistenti e creativi in questo business. Limitando cosi univocamente i russi a visti di tre anni. Abbiamo ricevuto una lista di 24 diplomatici che dovrebbero lasciare il paese prima del 3 settembre 2021. Le missioni diplomatiche russe negli Usa sono ancora costrette a lavorare sotto restrizioni senza precedenti che rimangono in vigore, ma intensificate”. Il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price descrive le osservazioni dell’ambasciatore come “inesatte”. Price, afferma che i russi sapevano che i loro visti sarebbero scaduti dopo tre anni e che erano liberi di chiedere proroghe. Ha anche ribadito che Mosca ha costretto Washington a licenziare quasi 200 persone nelle missioni diplomatiche statunitensi in Russia. Questo a partire da domenica a causa di un nuovo divieto di assumere personale russo o di paesi terzi.


Sanzioni alla Russia: la politica statunitense dell’imporsi

Cremlino: Mai a livelli cosi bassi le relazioni con gli USA

Provocazione alla Russia: nave statunitense viola il suo confine


Cosa è cambiato realmente nelle relazioni Usa-Russia?

Sul quadro generale internazionale, lo scambio di informazioni per gestire i talebani in Afghanistan è l’unica cosa tangibile. Le relazioni tra Usa e Russia rimangono saldamente gelide. “Nonostante le dichiarazioni dell’amministrazione Biden sul ruolo importante della diplomazia e la volontà di sviluppare relazioni stabili e prevedibili con il nostro paese, la presenza diplomatica russa subisce continui colpi. I colleghi statunitensi diventano persistenti e creativi in questo affare. Le espulsioni di diplomatici sono attuate con pretesti inverosimili di tanto in tanto. Lo scorso dicembre il Dipartimento Usa stabilisce unilateralmente un limite di tre anni sul periodo di assegnazione del personale russo negli Usa. Per quanto ne sappiamo, non è applicato a nessun altro paese”, aggiunge Antonov. E’ un processo lungo e fragile quello di una maggiore apertura tra Russia e Usa. Di certo questa politica aggressiva non aiuta.

Un futuro per niente roseo tra Russia e Usa

La rivalsa della La rivalsa della Russia nel Medio Oriente, nonché il monopolio di un certo tipo di tecnologia militare preoccupano non poco gli Usa. L’unico modo per controllore la Russia è quello economico sanzionando elementi chiave nella sua economia. Mesi fa addirittura il presidente Biden da dell’assassino a Putin. Punti caldi in Europa con le sanzioni al Nord Stream o le esercitazioni NATO congiunte per mare, terra e aria a pochi chilometri dal confine russo. Per non parlare degl’incidenti in Siria tra le forze russe e quelle americane, dove tutto è un pretesto per iniziare una guerra. La Russia ad ogni sanzione ha risposto in egual misura. Vladimir Putin, afferma che: “con questa politica punitiva nei confronti della Russia gli Usa cercano vassalli non partner”.