venerdì, Giugno 21, 2024

11 novembre, Estate di San Martino: origine e usanze della festa

L’11 novembre si celebra l‘Estate di San Martino, un’importante ricorrenza che unisce la liturgia cristiana alla tradizione contadina legata all’apertura delle botti di vino novello.

Cos’è l’Estate di San Martino?

Anche nel pieno dell’autunno può succedere che ci siano alcuni giorni di bel tempo. Di solito ciò accade nel periodo intorno all’11 novembre, data in cui si celebra San Martino. La leggenda racconta che un giorno d’autunno, probabilmente l’11 novembre, mentre usciva a cavallo dalla città francese di Amien, San Martino vide un povero, nudo ed infreddolito a causa del maltempo. Martino, quindi, decise di tagliare il suo mantello e di darne metà al povero. Si narra che, in quel preciso momento, spuntò un sole caldo, quasi estivo. Per questo, la ricorrenza prende il nome di “Estate di San Martino”. Allontanandosi dalle credenze popolari, il miglioramento delle condizioni meteorologiche in questo periodo trova una base scientifica: molti esperti, infatti, concordano sul fatto che la particolare fase di tempo stabile è da ricondursi ciclicamente all’espansione dell’anticiclone dalla Spagna verso tutto il Mediterraneo, con condizioni di alta pressione, alte temperature e bel tempo.

Tradizioni dell’11 novembre

La festa di San Martino, collocata alla fine dell’annata agricola e al principio della stagione invernale, è all’origine di molte tradizioni legate all’attività agricola ed al mondo rurale. In quei giorni si completa la raccolta dei frutti, il mosto ribolle nei tini ed è prossima la svinatura. I boschi sono ricchi di selvaggina, di funghi, di castagne, di nespole. Sagre e feste locali, quindi, si susseguono lungo tutta la penisola.

San Martino nel mondo

L’Estate di San Martino non è una ricorrenza solo del Bel Paese. Anche nelle culture francofone ed iberofone il Santo è ben noto. Nei Paesi anglosassoni, ad esempio, il periodo di inizio novembre è noto come “Indian Summer”; in alcune lingue slave, come il russo, è chiamata “Bab’e Leto” che significa “estate delle nonne”. Ancora oggi San Martino viene celebrato in Belgio, Olanda, Polonia, Francia, Germania, Austria dove bambini, nei giorni che precedono l’11 novembre, costruiscono lanterne che portano nella processione che si svolge in molte cittadine. Al termine si radunano intorno al fuoco mangiando dolci e cantando canzoni dedicate a San Martino.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles