martedì, Giugno 18, 2024

Zelensky punta a riconquistare la Crimea

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, punta a riconquistare la Crimea. “Questa guerra russa contro l’Ucraina, contro tutta l’Europa libera, è iniziata con la Crimea e deve finire con la Crimea, con la sua liberazione”, ha affermato Zelensky.

Il presidente Zelensky punta a riconquistare la Crimea?

Continuano i combattimenti tra Mosca e Kyiv. Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha affermato che la guerra finirà solo quando Kyiv riuscirà a riconquistare la Crimea. “Oggi la questione Crimea è oggetto di grande attenzione e così è perché la Crimea è Ucraina e non ci arrenderemo mai. Non dimenticheremo che è stata l’occupazione della Crimea a dare il via alla guerra russa contro l’Ucraina. La Russia ha trasformato la nostra penisola, che è sempre stata e sarà uno dei posti migliori d’Europa, in uno dei luoghi più pericolosi d’Europa. La Russia ha portato in Crimea un grande repressione, problemi ecologici, crisi economiche e guerre. La presenza degli occupanti russi in Crimea è una minaccia per l’intera Europa e per la stabilità globale. La regione del Mar Nero non può essere messa in sicurezza mentre la Crimea è sotto occupazione. Non ci sarà una pace stabile in molti paesi della costa mediterranea finché la Russia utilizzerà la nostra penisola come base militare.  Questa guerra russa contro l’Ucraina, contro tutta l’Europa libera, è iniziata con la Crimea e deve finire con la Crimea, con la sua liberazione. Oggi è impossibile dire quando ciò accadrà ma aggiungiamo costantemente elementi necessari per la preparazione della liberazione della Crimea”, ha affermato Zelensky.

Il presidente ucraino ha poi aggiunto che il mondo inizia a riconoscere che “si era sbagliato quando ha deciso di non rispondere con tutta la forza ai primi passi aggressivi della Russia” nel 2014, con l’annessione appunto della Crimea.

Colpita una base militare in Crimea

Le parole di Zelensky giungono dopo un attacco alla base aerea di Saky in Crimea. Secondo alcune immagini satellitari dell’operatore privato Planet Labs, l’attacco ha danneggiato o distrutto almeno otto aerei da guerra russi. Le immagini rilasciate mostrano vaste aree di terra bruciata e danni alla pista accanto ai resti carbonizzati di aerei. Il 9 agosto enormi esplosioni hanno colpito un aeroporto militare nella Crimea. L’Ucraina non ha rivendicato ufficialmente la responsabilità e le speculazioni su ciò che ha innescato la conflagrazione continuano. L’affermazione della Russia secondo cui le esplosioni sarebbero state un indicente non sono però credibili.


Leggi anche: Zelensky vuole recuperare le terre conquistate dalla Russia

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles