lunedì, Maggio 27, 2024

USA 2024: concluso il primo dibattito GOP

Si è concluso il primo dibattito per le primarie repubblicane per le presidenziali USA 2024. Hanno partecipato otto candidati: Ron DeSantis, Mike Pence, Nikki Haley, Tim Scott, Vivek Ramaswamy, Chris Christie, Asa Hutchinson e Doug Burgum. Grande assente l’ex presidente Donald Trump.

Concluso il primo dibattito GOP per USA 2024

Si è concluso il primo dibattito per le primarie repubblicane tra gli otto candidati con l’esclusione dell’ex presidente Donald Trump. Il dibattito è stato caratterizzato da feroci attacchi tra i candidati. Durante il dibattito, i giornalisti di Fox News Martha MacCallum e Bret Baier hanno chiesto ai candidati sul palco se avrebbero ancora sostenuto Trump come candidato alle presidenziali se fosse stato condannato nei vari processi in corso. Sei candidati – il governatore della North Carolina Doug Burgum, il governatore della Florida Ron DeSantis, l’ex ambasciatrice dell’ONU Nikki Haley, l’ex vicepresidente Mike Pence, l’imprenditore Vivek Ramaswamy e il senatore della South Carolina Tim Scott – hanno detto che continuerebbero a sostenere Trump. Solo due candidati – l’ex governatore del New Jersey Chris Christie e l’ex governatore dell’Arkansas Asa Hutchinson – hanno detto che non lo avrebbero fatto.

Christie ha quindi invitato gli altri partecipanti al dibattito a “smettere di normalizzare questa condotta”. “Che si creda o meno che le accuse penali siano giuste o sbagliate, la condotta è al di sotto degli standard dell’ufficio del presidente degli Stati Uniti”, ha detto Christie. Quando le sue critiche sono state accolte con alcuni fischi da parte del pubblico, Christie ha aggiunto: “I fischi sono consentiti, ma non cambiano la verità”.

Litigio tra Haley e Ramaswamy sulla politica estera

Il dibattito ha visto il litigio tra Haley e Ramaswamy sulla politica estera. Quando i moderatori hanno chiesto ai candidati se avrebbero sostenuto la fornitura di finanziamenti aggiuntivi all’Ucraina per aiutarla a difendersi dall’invasione russa, Ramaswamy è stato l’unico candidato ad alzare la mano e dichiarare direttamente che non l’avrebbe sostenuto. Subito la riposta di Haley che ha accusato Ramaswamy di voler consegnare l’Ucraina alla Russia.  Haley ha poi criticato Ramaswamy per i commenti che ha fatto riguardo al sostegno degli Stati Uniti a Ucraina, Taiwan e Israele.  “Il problema che Vivek non capisce è che vuole consegnare l’Ucraina alla Russia. Vuole lasciare che la Cina mangi Taiwan. Vuole smettere di finanziare Israele. Non si fa così agli amici. Quello che fai invece è proteggere le spalle dei tuoi amici”, ha detto Haley. 

Ramaswamy preso di mira da tutti

Vivek Ramaswamy è stato il candidato che è stato maggiormente preso di mira. Ramaswamy, che è un imprenditore, è stato criticato soprattutto per la sua inesperienza nella politica. Pence ha descritto Ramaswamy come un “rookie” e ha sostenuto che il prossimo presidente non dovrebbe aver bisogno di “formazione sul posto di lavoro”.  “Joe Biden ha indebolito questo Paese in patria e all’estero. Adesso non è il momento della formazione sul posto di lavoro. Non abbiamo bisogno di coinvolgere un novellino. Non abbiamo bisogno di coinvolgere persone senza esperienza”, ha detto l’ex vicepresidente. 

L’attacco al presidente Biden

I candidati repubblicani hanno poi attaccato il presidente Biden su una serie di politiche che includevano inflazione, immigrazione, Ucraina e confine meridionale. DeSantis ha affermato che il paese è in declino per colpa delle politiche di Biden. Il presidente Biden è stato attaccato anche dall’imprenditore Vivek Ramaswamy e dall’ex vicepresidente Mike Pence. Durante il dibattito, i candidati hanno anche parlato dei guai legali del figlio del presidente Biden, Hunter Biden e dell’età di Biden.

Aborto e cambiamento climatico

Discutendo della politica federale sull’aborto in seguito alla revoca della sentenza Roe v Wade, Pence ha elogiato il divieto di aborto di 15 settimane come “un’idea il cui tempo è arrivato” e DeSantis ha espresso orgoglio per aver firmato in legge il divieto di aborto dopo sei settimane della Florida. Ma Haley era più riluttante a sostenere un potenziale divieto a livello federale, una proposta ampiamente impopolare tra gli elettori.  Discutendo della crisi climatica, Ramaswamy si è attirato alcuni fischi dal pubblico del dibattito quando ha negato che il riscaldamento globale sia causato dall’uomo, nonostante l’intera comunità scientifica sostenga da anni che sia così. “Il cambiamento climatico è una bufala”, ha detto Ramaswamy. Christie ha ribattuto: “Ne ho già avuto abbastanza stasera di uno che parla come fosse ChatGPT”.

Pence è il vincitore

Secondo gli analisti il vincitore del dibattito è stato Mike Pence. Pence ha lottato per qualificarsi per il dibattito, impiegando molto tempo per superare la soglia richiesta di donatori. Tuttavia, durante la serata è primeggiato grazie ad una serie di interventi energici. Lo sconfitto è invece Ron DeSantis. Sebbene non abbia commesso gaffe evidenti, DeSantis non ha avuto grandi momenti e, cosa più importante, non si è mai imposto nel dibattito.


Leggi anche: USA 2024: atteso il primo dibattito GOP

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles