Un weekend cannibale da sogno a Centrale Fies

Tra talk, sessioni di meditazioni e esibizioni un fine settimana d'arte e spettacolo collegato alla mostra KAS

0
195
weekend cannibale
Belinda Kazeem Kaminski, "To let them know what we think about them 2021"

Prosegue fino al 29 maggio Un weekend cannibale da sogno una delle attività performative collegate alla mostra KAS a Centrale Fies. Un progetto che nasce dalla collaborazione con Francesca Pennini/CollettivO CineticO in un’ottica di ampliamento del percorso attuale di ricerca della coreografa. Al centro del programma, che si articola in durational performance, foraging, yoga, installazioni, è la presenza del corpo, i suoi stati biologici e fisiologici.


Mostra performativa KAS: urbanità immaginarie


Quali attività saranno proposte a Un weekend cannibale da sogno?

Performance, installazioni, dibattiti sulla resistenza e la trascendenza del corpo. viste come terreno in cui incontrarsi, respirare, muoversi o stare assolutamente immobili. Un luogo per virtuosismi improbabili nascosti nelle funzioni dell’esistenza più semplici e dunque vertiginose. Fisici che si immergono nella natura recuperando tradizioni antiche per riconoscere ciò che è cibo, in piccoli atti di resistenza all’imprinting capitalistico. In programma anche sogni collettivi degli sleeping concerts che assaporano cibi ripensati esperienze creative o si trasformano con pratiche respiratorie che diventano metamorfosi alchemiche. 

Le iniziative dei prossimi giorni

Venerdì 27 maggio

  • Oggi dalle 18 alle 23 a Mezzelune Binta Diaw presenta The Land Of Our Birth Is a Woman.
  • Alla stessa ora alla Sala Comando Alessandro Sciarroni si esibisce in DREAM, prova aperta di durational performance.
  • Poi alle 19 e alle 21.30 a Forgia ❖ CollettivO CineticO/Francesca Pennini propone WOW (e altri suoni antirughe) – Misteri intatti, presenti coatti, azioni riciclate e cose appena nate.
  • Con inizio alle 19 a Turbina 2 Danilo Correale presenta la video installazione No More Sleep No More.
  • Dalle 19 alle 22 a Terme ❉ SINTENTICO di Marco Calzolari mostra al pubblico l’opera Sevy: the collective houseplant.

Un weekend cannibale da sogno sabato 28 maggio

Alle 14.30 alla Sala Comando Alessandro Sciarroni si esibisce in  DREAM – prova aperta.
Dalle 18 alle 24 a Mezzelune Binta Diaw propone The Land Of Our Birth Is a Woman.
Poi dalle 19 alle 22 a Terme SINTENTICO (Marco Calzolari) mostra l’installazione Sevy: the collective houseplant.
Infine alle 21 a Turbina 1 CollettivO CineticO/Francesca Pennini presenta MANIFESTO CANNIBALE esercizi di pornografia vegetale.
A conclusione della giornata alle 24 alla Sala Comando 19’40’’ in Sleeping Concert e a a seguire colazione.

Domenica 29 maggio

Alle 10 a Orti FITONESS (esercizi vegetali per corpi animali). Sessione di respirazione, meditazione e micromovimento aperta a tutti.
Poi alle 11 al Parco Foraging nei boschi e a seguire pic-nic Cannibale.
Dalle 17 alle 23 a Mezzelune partecipa Binta Diaw con The Land Of Our Birth Is a Woman
Le iniziative proseguono alle 17 e 19.30 a Forgia con CollettivO CineticO/Francesca Pennini e WOW (e altri suoni antirughe) – Misteri intatti, presenti coatti, azioni riciclate e cose appena nate.
Alle 18 a Terme Francesca Pennini in conversazione con il filosofo Paolo Pecere.
Sempre a Terme dalle 19 alle 22 SINTENTICO (Marco Calzolari) con Sevy: the collective houseplant.
Infine alle 21.30 a Turbine CollettivO CineticO/Francesca Pennini a URUTAU rito collettivo finale.

Immagine da cartella stampa.