Un dolce ricordo: Luisa Spagnoli

0
677

“La capacità di immaginare quello che ancora non c’è,

questo fa la differenza” Luisa Spagnoli

 

Il 21 settembre del 1935 moriva l’imprenditrice italiana Luisa Spagnoli, donna intuitiva , innovativa e coraggiosa che è stata tra le prime a dare avvio a una lunga storia di imprenditoria al femminile in Italia.

Luisa Spagnoli fondatrice della Perugina e dell’Agora L. Spagnoli è riuscita nella realtà esclusivamente al maschile dell’epoca ad emergere con successo e ancora oggi, le sue imprese rappresentano l’eccellenza del nostro paese.

 

Dopo il matrimonio con Annbale, rileva una piccola drogheria e lì trascorre il tempo sperimentandosi tra dolci e pasticceria. Nel 1908 quella stessa drogheria diventerà la Perugina, fondata con Francesco Buitoni che la stessa Spagnoli trasforma in una azienda più importante già alla fine della prima guerra mondiale.

Talmente all’avanguardia che  su 400 dipendenti totali, 300 erano donne, moltissime delle quali erano madri. Essendo lei stessa una lavoratrice, madre e moglie contribuì alla loro emancipazione, come donne e come lavoratrici, permettendo alle sue operaie di allattare in fabbrica. Successivamente diede vita al cosiddetto asilo aziendale, in cui le mamme potevano lasciare i propri bambini durante il turno in fabbrica. Luisa Spagnoli ebbe questa idea a cavallo degli anni ’20 e ’30, quando ancora la legge, semplicemente, non aveva ancora affrontato il problema delle mamme lavoratrici.

Nel frattempo, si dedica anche all’allevamento del pollame e dei conigli d’angora, attività iniziata al termine del primo conflitto mondiale: i conigli vengono pettinati, non tosati e tantomeno uccisi, al fine di ottenere la lana d’angora per i filati. E così nel giro di breve tempo nasce “L’Angora Spagnoli”, dove si creano indumenti alla moda, boleri e scialli. Il successo non tarda ad arrivare  e così gli sforzi si intensificano: ben ottomila allevatori spediscono il pelo ottenuto da circa 250mila conigli a Perugia via posta, in modo che possa essere trattato e utilizzato.

 

 

E’stato un personaggio di rottura, con una visione altissima della donna e del lavoro. Ci vorrebbero tante Luisa Spagnoli, anche ai giorni nostri”, ha dichiarato l’attrice Luisa Ranieri, che ha interpretato il ruolo della Spagnoli nella fiction trasmessa da Rai 1 nel 2016.

 

 

 

 

 

 

Commenti