domenica, Giugno 16, 2024

Ucraina: il piano di pace non deve essere a favore della Russia

L’Ucraina ha affermato che il piano di pace non deve essere a favore della Russia. Kyiv ha sottolineato che l’Ucraina non è disposta a cedere nessun territorio alla Russia. Le dichiarazioni di Kyiv arrivano dopo che il ministro degli Esteri ucraino Kuleba ha discusso con l’inviato cinese dei modi per fermare l’aggressione russa. L’invito cinese è in tour in Europa per promuovere il piano di pace cinese.

Ucraina: il piano di pace non deve essere a favore della Russia

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha detto all’inviato cinese Li Hui che Kyiv non accetterà alcuna proposta per porre fine alla guerra se il piano sarà favorevole alla Russia. Kuleba ha quindi sottolineato che l’Ucraina non accetterà nessuna proposta che comporti la perdita dei suoi territori o il congelamento del conflitto. “Il ripristino di una pace giusta in Ucraina dipendeva dal “rispetto della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina”, ha affermato Kuleba.

La missione di pace africana

Nel frattempo, dopo Cina, Brasile e Vaticano, anche diversi paesi africani si sono espressi a favore dei colloqui di pace. Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha annunciato che una missione di pace guidata da sei leder africani partirà per l’Ucraina e la Russia al più presto possibile. Ramaphosa ha poi fatto sapere che i presidenti Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky hanno “accettato di ricevere la missione e i capi di Stato africani a Mosca e a Kyiv”. Il presidente sudafricano non ha tuttavia fornito un calendario né delineato alcun parametro per i possibili colloqui di pace. Oltre al Sudafrica, la missione includerà Senegal, Zambia, Congo, Uganda ed Egitto.


Leggi anche: Zelensky rifiuta la mediazione del Papa

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles