Trump fa causa al New York Times

L’ex presidente USA ha anche intentato causa contro sua nipote Mary Trump

0
441
Trump fa causa al New York Times

Donald Trump ha intentato una causa contro il New York Times e contro sua nipote Mary Trump. Trump accusa tre giornalisti del Times e sua nipote di aver divulgato illegalmente una storia sui suoi documenti fiscali.

Perché Trump fa causa al New York Times?

L’ex presidente americano Donald Trump ha intentato una causa contro sua nipote, Mary Trump, e contro il New York Times e a tre dei suoi giornalisti per una storia del 2018 sui suoi documenti fiscali. Nella causa, Trump sostiene che i querelati sono “coinvolti in un insidioso complotto per ottenere l’accesso a documenti sensibili” e sono “motivati da una vendetta personale”. La denuncia, depositata nella contea di Dutchess di New York, cita i reporter del Times Susanne Craig, David Barstow e Russell Buettner. I tre reproter insieme hanno pubblicato una serie nel 2018 basata sui documenti fiscali e finanziari riservati di Trump. 

Il rapporto aveva rivelato, tra le altre scoperte, che Trump aveva guadagnato oggi l’equivalente di almeno 413 milioni di dollari dall’impero immobiliare di suo padre, con l’aiuto degli sforzi per eludere le tasse. I giornalisti del Times avevano vinto il Premio Pulitzer 2019 le loro pubblicazioni sulla storia fiscale della famiglia Trump. 

Di cosa è accusata Mary Trump?

Trump nella causa accusa sua nipote Mary di essere stata “convinta” dai giornalisti del Times “a contrabbandare i documenti fuori dall’ufficio del sua avvocato e consegnarli al Times”. The Donald prosegue affermando che il Times “ha tentato di trarre vantaggio dalla ricezione del documento confidenziale attraverso la pubblicazione di vari articoli di notizie”. Mentre Mary Trump si è anche impegnata in “uno sforzo mal concepito per trarre profitto da questi stessi eventi“, pubblicando il suo libro di memorie. Trump sostiene anche che la nipote ha violato un accordo di riservatezza, firmato nel 2001, fornendo informazioni riservate al Times. Trump nella denuncia ha scritto che chiede agli imputati un risarcimento per un totale di “non meno di cento milioni di dollari”. 

La risposta di Mary Trump e del NYT

In risposta alla causa, Mary Trump ha detto al Daily Beast: “Penso che sia un fottuto perdente. Getterà qualsiasi cosa contro il muro che può”. “È disperazione”, ha aggiunto. “I muri si stanno avvicinando e lui sta lanciando qualsiasi cosa contro il muro che si attaccherà”. “Come sempre con Donald, cercherà di cambiare argomento“, ha detto Mary. “La copertura del Times delle tasse di Donald Trump ha aiutato a informare i cittadini attraverso rapporti meticolosi su un argomento di prevalente interesse pubblico”, ha detto un portavoce del Times in una nota. “Questa causa è un tentativo di mettere a tacere le organizzazioni di notizie indipendenti e abbiamo intenzione di difenderci con forza”.


Leggi anche: Dopo le rivelazioni di Bolton, arriva un altro libro shock su Donald Trump

Reckoning: consigli di Mary Trump per una nazione traumatizzata