Trovato cadavere in un tombino a Cormano (Milano)

0
493
Tombino

Trovato cadavere in un tombino a Cormano, vittima aveva la testa nell’acqua: disposta l’autopsia

Aveva la testa nell’acqua l’uomo trovato questa mattina morto in un tombino di via Manzoni a Cormano, alle porte di Milano. Tra le prime ipotesi, la causa del decesso sarebbe per annegamento ma sarà l’autopsia a confermare il tutto. A dare l’allarme è stato un passante questa mattina attorno alle 6 che ha allertato i carabinieri.

È stato trovato con la testa nell’acqua l’uomo recuperato senza vita da un tombino di via Manzoni a Cormano, alle porte di Milano. questa mattina. L’uomo, un anziano di origine marocchina, aveva la gambe fuori dal tombino per circa 50 centimetri: tra le prime ipotesi quindi quella della morte per annegamento ma sarà l’autopsia disposta dalla Procura di Milano per i prossimi giorni a fare luce su quanto accaduto.

A dare l’allarme è stato un passante questa mattina attorno alle 6 che ha allertato i carabinieri: sul posto, oltre ai militari, sono arrivati i soccorritori dell’Azienda regionale emergenza urgenza (Areu) con un’ambulanza e l’automedica: per l’uomo però non c’è stato nulla da fare. I medici hanno così accertato il decesso. A recuperare il cadavere dal tombino sono stati i vigili del fuoco del comando provinciale di Milano.

Cormano (Milano) Ferita una bambina durante una rapina al supermercato

Cinisello (Milano) – Donna di 50 anni investita da bus: morta sul colpo, autista…

I carabinieri stanno cercando di risalire all’identità dell’uomo, trovato senza documenti

Al momento i carabinieri sono al lavoro per risalire all’identità dell’uomo che al momento del ritrovamento era sprovvisto di portafoglio e quindi di documento d’identità. Resta ora da capire quanto successo: lo stesso passante che ha trovato il corpo senza vita dell’anziano ha anche riferito ai militari di aver visto una persona, da capire ancora se si tratta dello stesso uomo, attorno al tombino aperto verso le 23.45 con una lattina di birra in mano. A chiarire età e modalità del decesso sarà l’autopsia: dai primi accertamenti non risulterebbero emersi segni di violenza sul corpo. Per ore però i carabinieri non stanno escludendo nessuna pista, anche se non ci sarebbero particolari che facciano pensare a un’aggressione.