Thailandia riduce la quarantena: 7 giorni per i vaccinati

0
143
Thailandia riduce la quarantena

Thailandia riduce la quarantena: se per il momento è difficile varcare i confini, nulla impedisce di sognare. Mentre più di 673 milioni di dosi di vaccini Covid sono state somministrate in 155 paesi, sufficienti a coprire circa il 4,4% della popolazione mondiale, alcuni sono ansiosi di rimettere in moto il turismo. E in assenza, per ora, di un passaporto o di un certificato sanitario riconosciuto da tutti, gli Stati iniziano a organizzarsi.

Thailandia riduce la quarantena per gli arrivi internazionali

Dall’1 aprile la quarantena scende a 7 giorni per i turisti internazionali completamente vaccinati contro Covid-19 con un vaccino approvato e registrato presso il MoPH (Ministero di salute pubblica thailandese) o approvato dall’Oms. Tuttavia i soggetti in arrivo devono provenire da paesi senza ceppo mutato di virus “SARS-CoV-2”. Chi non è in grado di presentare un certificato vaccinale valido al Controllo Sanitario Portuale Internazionale verrà invece sottoposto a quarantena preventiva. Il periodo va: da 14 a 10 giorni (11 notti) per chi proviene da paesi senza ceppo mutato di virus SARS-CoV-2 che non siano stati vaccinati o che non abbiano completato l’intero ciclo di vaccinazione.


Sas attitadoras: il pianto delle prefiche sarde


I 14 giorni rimangono invece in vigore per chi arriva dagli 11 paesi in cui sono presenti mutazioni e varianti del virus:

  • Botswana
  • Camerun
  • Congo
  • Ghana
  • Kenya
  • Mozambico
  • Ruanda
  • Sudafrica
  • Tanzania
  • Zambia
  • Zimbabwe.

Come entrare in Thailandia

Per entrare in Thailandia, si deve prima di tutto, essere in possesso di visto valido o permesso di rientro, certificato di ingresso (Coe) rilasciato da Ambasciata o Consolato reale thailandese. Possedere una polizza di assicurazione sanitaria Covid-19 con copertura minima di 100.000 dollari. Conferma della prenotazione alberghiera in una struttura del circuito Alternative State Quarantine (ASQ) e certificato medico attestante il risultato di un tampone molecolare rilasciato non più di 72 ore prima della partenza. Durante la quarantena in Thailandia, gli stranieri devono sottoporsi a test molecolari e tutti gli arrivi sono soggetti a tracciamento.

Commenti