Tesla Model S: c’è spazio per i videogiochi

La rinnovata Tesla Model S presenta due monitor che consentono di usare i videogiochi. Il sistema è piuttosto sviluppato e, per alcune caratteristiche, risulta pari se non superiore alle console PS5 e Xbox Series X.

0
1013
Videogiochi Tesla Model S
Arrivano i videogame su Tesla Model S.

Elon Musk sembra intenzionato a dare del filo da torcere a PlayStation e Xbox. Nel 2020, quando sono stati pubblicati i dati finanziari del quarto trimestre dell’anno, l’azienda statunitense ha annunciato che stava lavorando ad un rinnovamento di Tesla Model S e Model X. In effetti, il restyling ha reso entrambe le vetture molto più vicine agli ultimi progetti varati dal colosso americano delle auto elettriche. Le innovazioni però non riguardano soltanto il design delle automobili, ma abbracciano anche il mondo dei videogame. Infatti soprattutto Model S presenta due monitor che consentono anche ai passeggeri posteriori di divertirsi con dei videogiochi.

Questa in realtà non è una novità assoluta, poiché già con Model 3 e Model Y era possibile attivare dei giochi aprendo la sezione Arcade dal sistema di infotainment. Il cambiamento, semmai, sta nelle caratteristiche e negli aggiornamenti apportati agli schermi di Model S e X. Queste due automobili infatti consentono di accedere ai videogame come opzione principale e non più come una funzione accessoria da usare di tanto in tanto.

Stando a quanto comunicato dalla società californiana, il computer di bordo possiede una capacità di calcolo che arriva a 10 teraflops. Si tratta di una specifica che avvicina molto i dispositivi di Tesla alle console PlayStation 5 di Sony (10,5 TFLOPS) e Xbox Series X di Microsoft (12,15 TFLOPS). Insomma, sembra proprio che con Tesla Model S Elon Musk abbia lanciato la sua sfida alle due dominatrici dei videogame degli ultimi anni.

Videogiochi su Tesla Model S: Musk fa concorrenza a PS5 e Xbox Series X

Soffermandosi sulle altre specifiche degli schermi per videogame di Tesla Model S, si nota subito che la sua velocità di clock batte quella di PS5 e Xbox Series X, arrivando ad un massimo di 2,44 GHz. Diverso il discorso per la banda massima che si assesta intorno ai 224 GB/s, un dato inferiore rispetto alle piattaforme di Sony e Microsoft, e alla pari soltanto con Xbox Series S.

I giocatori possono scegliere come controller quelli tipici delle console di entrambe le aziende rivali. Con questa mossa, probabilmente Elon Musk intende aprirsi nuovi orizzonti nell’industria videoludica, anche se finora non lo ha mai affermato ufficialmente. Tuttavia, non sembra casuale che Tesla già da un po’ di tempo abbia aperto a Seattle un distaccamento di sviluppo proprio in questo settore, e che nel frattempo stia aprendo anche un secondo stabilimento in Texas.

Tesla Model S Plaid: l’anti Taycan

Inoltre è significativo il fatto che la società statunitense stia inserendo in alcuni monitor di bordo delle sue vetture delle funzioni che consentono di scaricare nuovi contenuti a pagamento. Questo potrebbe essere un ulteriore indizio delle intenzioni di Musk di lanciarsi anche nel mercato dei videogiochi, e chissà che gli schermi-console di Tesla Model S non rappresentino una sorta di guanto di sfida a Sony e Microsoft.