lunedì, Marzo 4, 2024

Teorie della personalità

Pionieri dello studio della personalità sono: Jean-Martin Charcot, Sigmund Freud, Joyce McDougall, Daniel Stern, i quali ricavavano i loro metodi dai dati clinici. Accanto a questi, troviamo gli psicologi sperimentali che si rifacevano alle scienze naturali.

La personalità

Pionieri dello studio delle teorie della personalità sono: Jean-Martin Charcot, Sigmund Freud, Joyce McDougall, Daniel Stern.

Essi ricavavano i loro metodi dai dati clinici. Accanto a questi, troviamo gli psicologi sperimentali che si rifacevano alle scienze naturali. Di personalità ne dà una definizione l’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 1992, come “modalità strutturata di pensiero, sentimento e comportamento che caratterizza il tipo di adattamento e lo stile di vita di un soggetto, il risultato di fattori costituzionali, dello sviluppo e dell’esperienza sociale”.

La personalità viene vista come:

  • abilità, accortezza sociale. Valutata in funzione della capacità ed efficacia di un individuo di reagire positivamente a persone diverse in varie circostanze;
  • impressioni che l’individuo suscita negli altri.

La personalità è definita come un insieme di valori o termini descrittivi utilizzati per rappresentare l’individuo, esaminato secondo quelle variabili che occupano una posizione centrale nella teoria seguita.

In passato, invece di ‘personalità’, si usava il termine ‘carattere’, ‘temperamento’. Il carattere usato in riferimento agli aspetti volitivi, quindi della volontà, del comportamento o agli standard morali presenti nella società. Mentre il temperamento fa riferimento alla sfera emotiva, innata, ereditaria.

Alcune definizioni della personalità

Neil Warren ha definito la personalità come un’organizzazione integrata di tutte le particolarità conoscitive, affettive, conative, quindi di azione, e fisiche, che distinguono un individuo da un altro.

Lucio Pinkus definisce la personalità come un sistema probabilistico, cioè dinamico che può cambiare in base alle informazioni.

Teorie della personalità

La teoria è un insieme di convenzioni create dallo studioso in modo creativo e arbitrario. Da questa si hanno le teorie della personalità che dovrebbero essere un insieme di ipotesi che riguardano il comportamento umano. Ma ciò è ideale perché esse non vengono sempre presentate in modo chiaro ed è difficile dedurre ipotesi operative.

Le teorie della personalità differiscono tra di loro per il contenuto. Alcune descrivono le componenti positive della personalità. Altre si soffermano ad una presentazione obiettiva di fatti.

Gli studiosi operano dei tentativi di spiegazione del comportamento rispetto ad alcuni fattori. Tra di questi, ci sono:

  • l’intenzionalità, che afferma che secondo alcuni autori, l’uomo lotta per raggiungere una meta, uno scopo. Esso è l’aspetto fondamentale dell’individuo che quindi ha l’intenzione. Altri affermano che il comportamento si può spiegare senza fare riferimento all’intenzione;
  • il processo di apprendimento, che per alcuni è la base per capire il comportamento. Per altri, è secondario perché non concentra l’attenzione sul risultato dell’apprendimento;
  • fattori ereditari e genetici, per cui per alcuni autori non è necessario riferirsi alla biologia. ma all’ambiente. Per altri è importante tenere conto del patrimonio genetico;
  • concetto di sé, secondo cui per alcuni teorici, per capire il comportamento dell’individuo, bisogna capire che immagine di sé ha l’individuo. Per altri la percezione di sé non è importante per comprendere il comportamento dell’individuo.

Conclusioni

La personalità rappresenta una sintesi dinamica di molti fattori irripetibili. Infatti, ogni personalità è originale e si forma durante tutto l’arco della vita. È legata alla cultura e alla propria soggettività. Come pure alla motivazione. Infatti,

secondo alcuni studiosi c’è una o più motivazioni che orientano il comportamento individuale, quindi il comportamento sarebbe determinato dalle motivazioni.

La definizione di personalità dipende dall’orientamento teorico dello studioso e dall’accentuazione degli aspetti a cui il teorico fa riferimento.

https://www.periodicodaily.com/il-concetto-di-se-natura-aspetti-e-orientamenti-teorici/

Donatella Palazzo
Donatella Palazzo
Psicologa individuale, familiare e di coppia, e scrittrice. Sessoanalista (Istituto Italiano di Sessoanalisi e Dinamiche Sessuali). Specialista delle Risorse umane. Progettista in ambito sociale e scolastico. Membro dello Staff della Casa Editrice Noitrè. L'attività comprende, tra l'altro, la valutazione dei contributi di prossima pubblicazione, l'organizzazione degli eventi da presentare al pubblico e altro in ambito culturale.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles