Stop aborto in 66 cliniche degli USA dopo la sentenza della Corte Suprema

0
255
Ohio e Arizona: due corti bloccano il divieto di aborto

Dopo la sentenza della Corte Suprema sentenza che ha rovesciato Roe v Wade, la storica sentenza che sancì il diritto di aborto negli USA, 66 cliniche in 15 Stati USA hanno detto stop all’aborto.

Gli USA post-Roe

Dopo la sentenza della Corte Suprema degli USA sul diritto all’aborto molti si sono chiesti come saranno gli Stati Uniti post-Roe, quale impatto avrà la sentenza sull’aborto. Quattro mesi dopo la sentenza che ha rovesciato Roe v Wade, la storica sentenza che nel 1973 aveva affermato il diritto costituzionale all’aborto negli USA, i diritti delle donne americane sono sempre più in pericolo. Il rovesciamento della sentenza ha permesso ai singoli Stati di decidere sul diritto all’aborto e, ovviamente, gli Stati a guida repubblicana stanno facendo di tutto per vietare l’aborto. 26 Stati hanno in programma di discutere del diritto di aborto. Di questi 13 hanno già in vigore leggi restrittive sull’interruzione di gravidanza. Si tratta di Arkansas, Idaho, Kentucky, Louisiana, Mississippi, Missouri, North Dakota, Oklahoma, Dakota del Sud, Tennessee, Texas, Utah e Wyoming.

Stop aborto in 66 cliniche degli USA

Ora, uno studio condotto dal Guttmacher Institute, associazione in difesa dei diritti sull’aborto, ha affermato che almeno 66 cliniche in 15 Stati americani non offrono più interruzioni di gravidanza da quando la Corte Suprema ha ribaltato la Roe v Wade. Delle 66 cliniche circa 26 hanno definitivamente chiuso i battenti.


Leggi anche: USA: Corte Suprema elimina il diritto di aborto