Progetto Veranu

Smart Energy Floor, una mattonella innovativa che converte l’energia cinetica dei passi in energia elettrica.

Avevamo già sentito riecheggiare nell’aria di pavimenti in grado di produrre energia elettrica, ma un  progetto del tutto italiano è nato nel 2012 dalla tesi di laurea specialistica in ingegneria elettronica dell’ingegner Alessio Calcagni, il CEO della nuova impresa, e fino ad oggi ha compiuto un lungo percorso fatto di studi.”Sembrava solo ieri – spiega Calcagni – che mi stavo laureando in ingegneria elettronica con una tesi sui sensori di pressione piezoelettrici e oggi si termina un percorso iniziato a luglio 2012 per iniziarne uno ancora più importante: la costituzione di una start up innovativa”.

È una start up, si chiama Veranu e sta realizzando il pavimento che trasforma la camminata in una fonte di energia pulita. Il principio di funzionamento è molto semplice: più persone camminano su Smart Energy Floor maggiore sarà la quantità di energia che erogherà. Per questo motivo, una volta sviluppato e realizzato, dovrà essere installato in luoghi molto affollati. Grazie ad una tecnologia invisibile e totalmente integrata nel pavimento tradizionale, facile da installare e da gestire in caso di manutenzione, la nascente impresa sarà la prima Start up italiana che creerà nuovi stili di vita sostenibili. I problemi che principali che si andranno a ridurre saranno  le emissioni di CO2, che rendono invivibili le nostre città; l’elevato costo dell’energia elettrica  e la domanda energetica globale che sta crescendo molto velocemente a causa dell’industrializzazione.

La soluzione che propone il progetto è un prodotto che genera energia elettrica pulita, totalmente riciclabile e che permette di razionalizzare l’uso dell’energia elettrica per esempio lasciando al nostro prodotto l’incarico di illuminare, grazie all’utilizzo di luci LED a basso consumo di potenza. L’innovazione alla quale punta la nascente impresa riguarda il modo di concepire il pavimento, non più visto come oggetto passivo, ma come strumento attivo in grado di generare energia pulita semplicemente camminandoci sopra.

La startup è incubata presso il venture incubator Clhub che ha investito 30mila euro nel progetto ed ha sede a Capoterra. Riccardo Sanna, CEO di Clhub ha dichiarato: “Come primi vincitori della nostra prima Call for Ideas, ovvero la Startup Battle dell’8 aprile, avevamo grandi aspettative verso Veranu, e oggi possiamo dire che queste sono state ampiamente soddisfatte, se non superate. Avere un’idea che sia valida non basta, sono le persone a fare la differenza, per questa ragione quando investiamo lo facciamo principalmente sul team”.

La missione della nascente start up è “sviluppare stili di vita sostenibili energeticamente nel rispetto dell’ambiente e con un’ottica diversa, partendo da noi stessi e dalle nostre azioni”.

Stili di vita sempre più sostenibili, da idee sempre più innovative, sempre con una caratteristica comune, la necessaria partecipazione di ogni singolo cittadino.

Dott.ssa Rosa Ferro

 

 

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here