Si torna a volare, le nuove regole in USA

0
2142
sdr

Si aprono alcuni spiragli per tornare a viaggiare in aereo, ma saranno stabilite regole rigide per la prevenzione del contagio da Covid-19. Ci vorranno diversi mesi prima di riprendere a volare come in passato, ma intanto l’agenzia governativa statunitense TSA (Transportation Security Administration) ha annunciato che saranno messe a punto nuove regole per proteggere passeggeri e personale di bordo dalla trasmissione di coronavirus, mantenendo le normali norme di sicurezza in volo. Le compagnie si adegueranno a tali norme.

alt="volare"
sdr

La Jet Blue Airways, ad esempio ha annunciato che saranno obbligatorie le mascherine per i passeggeri a partire dal 4 maggio, mentre il personale di volo già le indossava da alcune settimane. L’American Airline ha annunciato che durante il volo distribuirà salviette e gel igienizzanti oltre alle mascherine per i passeggeri già da inizio maggio. Dalle prossime settimane le persone da ogni angolo del mondo riprenderanno a viaggiare più liberamente e le compagnie aeree si stanno attrezzando per volare in sicurezza in questo momento di pandemia. Vediamo come si sono organizzate alcune compagnie aeree americane.

Volare con la United Airlines

Tutti gli assistenti di volo della United Airlines dovranno indossare la mascherina. La United è stata la prima compagnia aerea statunitense ad annunciare quest’obbligo. La United Airlines inizierà a fornire le mascherine ai passeggeri da inizio maggio. Un portavoce della compagnia ha dichiarato alla CNN: “Non renderemo obbligatorio l’uso della mascherina per i passeggeri, ma vogliamo incoraggiare i viaggiatori a seguire le direttive della CDC indossando una copertura facciale quando il mantenimento delle distanze di sicurezza non è possibile”. La compagnia ha anche modificato il servizio in volo per minimizzare i momenti di contatto fisico, preparando dei pacchetti chiusi di cibo e di bevande. La United sta anche mettendo a punto dei cambiamenti in fase di imbarco e nell’assegnamento dei posti a sedere, incentivando la distanza fisica tra i passeggeri, almeno fino al 31 maggio.

alt="volare"

Volare con la Delta Airlines

La Delta Airlines richiede a tutti i suoi impiegati di indossare le mascherine o una copertura facciale simile quando non è possibile rispettare la distanza di sicurezza di un metro e mezzo. In una nota diffusa agli impiegati dal Delta ha scritto: “Raccomandiamo fortemente ai nostri clienti di indossare la mascherina e mettiamoli sempre in condizione di accedere ai nostri servizi in aeroporto e a bordo nella massima sicurezza”. Sugli aerei della Delta, al momento, non ci si può sedere nei sedili d’emergenza e il numero di passeggeri per ogni volo è stato ridotto. Sono stati variati anche i servizi di ristorazione a bordo per ridurre i contatti tra i passeggeri e il personale.

Volare con l’American Airlines

Oltre all’obbligo di indossare mascherine per passeggeri e personale di bordo, l’American Airlines ha spento alcuni computer e biglietterie automatiche per incoraggiare la distanza sociale. La segnaletica ai gate ricorda ai passeggeri di non affollarsi durante le operazioni di imbarco. L’American Airlines ha anche ridotto il servizio di food and beverage a bordo e ha limitato il numero di passeggeri per ogni volo fino al 31 maggio. “L’American Airlines” si legge in una nota diffusa dalla compagnia aerea “non assegnerà il 50% dei posti a metà cabina in ogni voli e utilizzerà i sedili d’emergenza solo in casi di vera necessità”.

alt="volare"

Jet Blue Airways

La Jet Blue è stata la prima tra le principali compagnie aeree americane a richiedere ai passeggeri di indossare la mascherina. “Indossare la mascherina”ha detto Joanna Geraghty, presidente della Jet Bluenon protegge solo se stessi ma anche gli altri che sono vicini a noi”. La Jet Blue ha limitato anche il numero di posti disponibili a bordo in molti voli e assegna i posti ai passeggeri in modo da massimizzare le distanze tra essi. La compagnia ha anche messo a punto un sistema di food and beverage che minimizza i contatti tra i passeggeri e il personale di bordo.

Air Canada

Tutti i passeggeri della Air Canada sono invitati a rispettare il mandato governativo canadese che prevede che tutti i passeggeri che volano da o verso il Canada indossino una mascherina (non chirurgica) o provvedano a coprire in qualche modo naso e bocca. L’Air Canada ha adattato le procedure di boarding e ha previsto una disposizione dei passeggeri tale da consentire il distanziamento sociale. Quando non ci sono gli spazi necessari, i passeggeri possono scegliere di prendere il volo successivo senza costi aggiuntivi. I servizi e i comfort sono stati modificati per limitare il rischio di contagio. Alcuni servizi di ristorazione sono stati sospesi o forniti in prodotti preconfezionati, mentre i cuscini e le coperte non sono più disponibili su alcuni voli.

alt="volare"

Mascherine e misure di prevenzione in Asia

Dal 23 aprile la Malaysia Airlines ha richiesto a tutti i passeggeri, esclusi i bambini, di indossare le mascherine. La Korean Air ha fornito al personale di volo degli abiti protettivi, inclusi occhiali, mascherine e guanti. “Gli abiti protettivi” si legge in una nota della compagnia aerea coreana “sono stati messi a disposizione sui voli di media e lunga durata, dal momento che i casi di Covid-19 continuano a crescere in tutto il mondo in modo significativo”. Tutti i passeggeri della Korean Air devono indossare la mascherina e la compagnia si impegna a garantire mascherine chirurgiche e gel igienizzanti negli aeroporti e a bordo.

Anche in Europa si vola con la mascherina

In Europa la situazione non è molto diversa. Si torna a volare, ma sono con i dispositivi di sicurezza personale. La mascherina, ad esempio, è obbligatoria per tutti i passeggeri del gruppo Lufthansa dal 4 maggio. Il gruppo aziendale include Lufthansa, Swiss e Austrian Airlines. I passeggeri di queste compagnie, quindi, sono invitati a indossare la mascherina per l’intera durata del volo. La compagnia aerea tedesca, tuttavia, ha dichiarato che non sarà necessario lasciare vacanti i sedili d’emergenza ancora a lungo. Sarà sufficiente indossare la mascherina per mettere in sicurezza se stessi e gli altri passeggeri.

L’Air France dichiara sul suo sito web che la maggior parte dei suoi voli non sono pieni e permettono così di mantenere la distanza sociale. “Nel caso in cui non sia possibile mantenere la distanza” si legge sul sito “il nostro personale di bordo distribuisce mascherine al momento dell’imbarco ai passeggeri che ne sono sprovvisti”. La compagnia aerea olandese KLM, invece, ha imposto al personale di bordo di indossare mascherina e guanti. Non è chiaro, però, se questa misura è prevista anche per i passeggeri.