Sampdoria-Juventus 3-2: crollo Juve. Zapata, Torreira e Ferrari portano alla vittoria la Samp

0
614

Per la Juventus, Marassi è ancora amaro, infatti dopo la prima sconfitta stagionale contro la Lazio in casa arriva la seconda sconfitta in campionato. I bianconeri si arrendono al gioco della Samp sopratutto nel secondo tempo, dopo una prima frazione equilibrata.

https://www.youtube.com/watch?v=d7Usd7f70Y0

PRIMO TEMPO – I primi 45 minuti sono senza gol, con la Samp che non tradisce le aspettative e gioca a viso aperto con il duo d’attacco Quagliarella-Zapata. Mentre Allegri lascia in panchina Dybala, Alex Sandro, Barzagli e Buffon. Tra tutti il migliore in campo dei bianconeri è Gonzalo Hguain che inizia subito con il giusto piglio per dar fastidio alla difesa avversaria.
Il primo tiro della partita è proprio dell’argentino il quale viene deviato in corner. Segna anche un gol, ma viene annullato dall’arbitro per fuorigioco. Lo stesso Higuain nel primo tempo si reinventa anche uomo assist, servendo Cuadrado che spreca la bella azione non calciando alla perfezione.

I padroni di casa cercano di difendersi con ordine e poi ripartire in contropiede ma in tutte le azioni create nel corso della prima frazione si sono trovati davanti al muro Chiellini, ottimo in queste circostanze. 

SECONDO TEMPO – Ad inizio ripresa è ancora la Juventus ad attaccare, ma alla prima occasione è la Samp a passare in vantaggio. Duvan Zapata sovrasta Lichsteiner in elevazione e scavalca Szczesny per il gol dell’1-0.

Portandosi in vantaggio la squadra di Giampaolo trova sempre più coraggio, schiacciando i bianconeri nella propria metà campo. Zapata va ancora vicino alla rete, ma il portiere polacco salva tutto con un’ottima uscita.

Allegri prova a reagire con Dybala, sopratutto con le sue punizioni che però non portano i frutti sperati. Nella foga di trovare il pareggio con i tiri di Pjanic e Khedira, la Juve si sbilancia e subisce in rapida successione i gol del 2-0 e 3-0.

Sul secondo bel tiro da fuori area di Torreira che manda la palla all’angolino basso, mentre nel terzo Ferrari da rapinatore d’area imbuca la sfera sulla linea di porta su assist di Quagliarella.

La Juventus non muore mai e non si da mai per vinta. Nei minuti di recupero, Douglas Costa, entrato poco prima, ottiene calcio di rigore; dal dischetto va Higuain (prima volta in questo campionato al posto di Dybala) che spiazza Viviano. Un minuto più tardi Dybala con un bella percussione da centrocampo si accentra e trova anche il gol del 3-2, ma è troppo tardi per rimontare completamente.

Finisce con tre gol subiti la trasferta di Marassi e mercoledì la Vecchia Signora dovrà affrontare il Barcellona con una qualificazione agli ottavi ancora in bilico.
Giampaolo si gode una bella Sampdoria, tenace e audace per tutta la partita. Si gode anche la classifica, per via della zona europa ottenuta e il distacco dal Milan.

Commenti