Nella prima giornata del girone di ritorno la Roma ospita all’Olimpico una delle squadre più in forma del momento, considerando anche la recente vittoria in Coppa Italia ottenuta contro il Napoli che le è valsa l’accesso alla semifinale: l’Atalanta.

Di Francesco schiera Gonalons in regia al posto di De Rossi, costretto al forfait a causa del ginocchio dolorante, e Strootman al posto di Nainggolan, punito con la panchina dopo il video di Capodanno. In attacco manda in campo El Shaarawy e Perotti a supporto dell’unica punta Dzeko.

Gasperini fa accomodare in panchina Cristante, preferendogli Ilicic, e in avanti opta per Cornelius dal primo minuto al posto di Petagna.

I padroni di casa dominano nettamente i primi minuti del match, arrivando più volte alla conclusione prima con Pellegrini e poi con El Shaarawy, il cui potente rasoterra trova però la deviazione in tuffo di Berisha.

Dopo quest’inizio scoppiettante i giallorossi si spengono e spariscono letteralmente dal campo, mostrandosi senza idee e riferimenti.

Al 14’ De Roon sfrutta un errore di Gonalons in fase d’impostazione e trova in area  Cornelius che si beve Fazio e supera Alisson con un bel diagonale. O-1.

La Roma si mostra incapace di reagire e l’intera squadra sembra essere dominata dagli eventi. Alla Dea bastano 5 minuti per trovare il gol del raddoppio: al 19’ Gomez fa quello che vuole di Florenzi e serve De Roon che di sinistro batte un incolpevole Alisson, beffato anche dalla deviazione di Manolas.  0-2.

I giallorossi sono in evidente difficoltà, faticano a impostare e a cambiare il passo, mentre l’Atalanta dà sfoggio di grande qualità e concretezza.

Al 31’ la Roma va però vicinissima al gol con una punizione di Kolarov che lambisce il palo ed esce di pochissimo, forse proprio a causa della deviazione involontaria di Dzeko.

I giallorossi non sembrano concentrati, commettono errori di dosaggio nei passaggi e offrono troppo spesso la possibilità di ripartire ai nerazzurri. Al 38’ rischiano la disfatta quando Freuler ci prova con un tiro da fuori, ma devono ringraziare il palo.

Pochi minuti dopo, al 42’, Dzeko, lanciato in area da Strootman, va vicinissimo al gol con un tiro a giro che avrebbe permesso alla sua squadra di rifiatare.

Al 44’ finisce la partita di De Roon che rimedia un’espulsione per doppia ammonizione e lascia i bergamaschi in dieci per tutto il secondo tempo.

La ripresa si apre con la Dea che, nonostante l’inferiorità numerica, sfiora subito il gol prima con Gomez, parato da Alisson, e poi con il colpo di testa di Palomino che termina di poco alto sopra la traversa.

Di Francesco decide di rischiare il tutto per tutto e manda in campo Schick al posto di Pellegrini. I giallorossi si mostrano più combattivi ed incisivi e vanno vicini al gol per ben due volte con Dzeko.

Il nuovo atteggiamento della squadra di casa viene presto premiato e al 56’ Dzeko, servito da una verticalizzazione di El Shaarawy, incrocia il pallone e di sinistro batte Berisha in uscita. Con questa rete, la numero 9 per lui in questo campionato, l’attaccante bosniaco riporta in scia i giallorossi. 1-2.

5 minuti dopo Kolarov sfiora il pareggio tentando un siluro dalla distanza che finisce fuori di poco.

La pressione giallorossa è costante e l’Atalanta inizia a soffrirne le continue avanzate. L’ultimo quarto d’ora vede in campo una Roma super offensiva, con ben 5 attaccanti di ruolo, dopo l’ingresso di Under per Strootman.

I giallorossi danno il tutto per tutto per agguantare l’Atalanta e non subire una sconfitta in casa: ci provano El Shaarawy ,che deve però fare i conti con Masiello, e Kolarov ,che nei minuti finali butta in mezzo una palla bassa che taglia tutta l’area senza trovare nessuna deviazione.

La partita termina con il successo dell’Atalanta sulla Roma per 2-1. Una sconfitta molto pesante per i giallorossi che si ritrovano in quinta posizione, scavalcati dalla Lazio, e una vittoria importante per i bergamaschi che agganciano la Sampdoria in classifica.

La Roma è attualmente, nonostante la partita ancora da recuperare, fuori dalla zona Champions e deve sperare che l’imminente sosta serva per ricaricare le pile.

ROMA- ATALANTA 1-2 (0-2)

MARCATORI: Cornelius 14’, De Roon 19’, Dzeko 56’

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi (83’ Bruno Peres), Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini (51’Schick), Gonalons, Strootman (76’ Under); El shaarawy, Dzeko, Perotti. A disposizione: Lobont, Skorupski, Juan Jesus, Moreno, Gerson, Emerson, Castan.

Allenatore: Di Francesco

ATALANTA (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Caldara, Palomino; Hateboer, De Roon, Freueler, Spinazzola; Ilicic (46’ Cristante), Gomez (69’ Masiello); Cornelius (61’ Petagna). A disposizione: Gollini, Rossi, Orsolini, Gosens, Vido, Castagne, Kurtic, Mancini, Haas.

Allenatore: Gasperini

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata

ESPULSI: De Roon per doppia ammonizione e Gasperini per proteste

AMMONITI: Caldara per gioco scorretto e Fazio per proteste

 

 

 

 

 

 

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here