Quotazioni auto in Borsa 2021: sorprendenti rialzi

Le quotazioni in Borsa dell'industria automobilistica sono state tendenzialmente in crescita. Bene soprattutto Tesla e Daimler.

0
203
Borsa 2021 le quotazioni auto
Le quotazioni del settore automotive in Borsa nel 2021.

Il mondo dell’automotive viene da un periodo indubbiamente complicato. Tra carenza dei microchip con conseguenti ritardi di produzione e consegne, aumento dei costi, prezzi in crescita delle materie prime e nuove chiusure, le difficoltà sono state numerose. Nonostante ciò, le quotazioni auto in Borsa per il 2021 non sono state affatto critiche come si temeva. All’opposto, si sono verificate delle sorprendenti crescite per alcune aziende.

Quotazioni auto: i dati della Borsa negli Stati Uniti

La Borsa statunitense ha chiuso il 2021 con un andamento generale positivo. Basti pensare che l’S&P500 è salito di circa il 27% (+36% in euro), mentre il Nasdaq ha fatto segnare una crescita del 21% (+30% in euro). Sono andate ancora meglio le quotazioni auto che hanno toccato un significativo +51%. Entrando nello specifico, davanti a tutti troviamo Tesla con capitalizzazioni che hanno superato 1 trilione di dollari. Impressionante il +136% di Ford, probabilmente dovuto alla svolta elettrica. Lucid, entrata in Wall Street nel luglio del 2020, ha avuto un’impennata del 280%, battendo come capitalizzazione sia Stellantis che BMW. Bisogna monitorare poi Rivian, quotata al Nasdaq a partire da novembre. In appena una settimana questo brand è riuscito a sopravanzare la valutazione di Volkswagen, andando poi a stabilizzarsi sui 90 miliardi di dollari di capitalizzazione, al di sopra di GM e Ford.

I profitti Tesla 2021 non risentono della crisi

Borse europee: Daimler sorprende tutti

Il 2021 delle Borse europee è stato altrettanto soddisfacente. L’EuroStoxx 50 è salito del 21%, il Dax di Francoforte del 15%, la Francia del 28%, e anche l’italiano FtseMib ha raggiunto un ottimo +23%. L’industria automobilistica ha avuto un incremento del 26%. Le quotazioni auto vedono a sorpresa Daimler in vetta con una crescita del 42%. Alle sue spalle abbiamo BMW, Volkswagen e Stellantis. In casa Ferrari l’anno si è concluso con un rialzo del 21%. Saldo in negativo, invece, per Aston Martin, che ha dovuto subire un -22%. Notizie poco confortanti anche per Renault che ha terminato il 2021 con un -16%.

Borse asiatiche: India in vetta

In Asia i dati delle Borse sono invece stati meno esaltanti, con qualche rallentamento da parte di Cina, Giappone e Corea del Sud. Il primato in quest’area del mondo va a Tata Motors con un rialzo che ha abbattuto il muro del 160%, ottenuto grazie alla produzione elettrica. All’opposto, invece, abbiamo Nio, le cui quotazioni auto hanno subito una perdita del 30% in euro.