Porno e quarantena: le donne si inseriscono nel trend

0
712

La pandemia ci ha cambiati. Ha inciso su tutti gli aspetti della vita sociale e ci ha costretti in casa durante i periodi di lockdown. Virus e clausura hanno istigato una nuova tendenza, già consolidata per i maschietti e più inedita per le donne. Vediamo come porno e quarantena hanno cambiato le abitudini degli italiani.

Porno e quarantena: qual è la nuova tendenza?

Gli italiani e il porno hanno legato durante la pandemia, e in particolar modo durante il periodo di lockdown intercorso lo scorso marzo. Nel corso della quarantena, si è consolidato un nuovo trend che vede protagoniste le donne. Già ad inizio 2020 la piattaforma Pornhub aveva pubblicato numeri che evidenziavano un aumento del traffico femminile. Secondo gli studi condotti dalla piattaforma, il 30% del traffico di Pornhub ricadeva sulle donne. Le statistiche, consultabili su PornHub insight, evidenziavano anche che gli italiani erano tra i più attivi e che, dall’11 marzo 2020 in poi, il nostro Paese ha incrementato il traffico del 13%. Pare che il matrimonio tra porno e quarantena, sia stato uno dei trend principali della scorsa annata.


Donne e la pornografia: tra curiosità e fantasia
Pornhub regala la versione premium all’Italia costretta in casa


Porno e quarantena: Pornhub in soccorso degli italiani

Qualcuno ricorderà la strategia messa in atto da Pornhub lo scorso marzo. La piattaforma offrì, per un mese, l’accesso ai contenuti a pagamento. Un’iniziativa messa in atto per convincere gli italiani a stare a casa. Questa strategia portò ad un aumento del 25% del traffico: quasi il doppio rispetto alla media usuale. La vera ondata si registrò nella notte tra il 12 e il 13 marzo, dopo il lancio dell’iniziativa. Un altro indizio, che confermerebbe la liaison tra porno e quarantena, riguarda poi le ricerche web registrate nelle aree più colpite dalla pandemia. Tra il 6 e il 13 marzo 2020, le parole pornhub e porno sono risultate le più ricercate entro i confini della Lombardia, dove il lockdown è cominciato prima.

Le donne e il porno

Circa il rapporto tra le donne ed il porno, una ricerca pubblicata lo scorso anno sull’International Journal of Evironmental Research and Public Health e condotta dallo psicologo Sean McNabney, ha raccolto le opinioni di 2.400 donne di due Paesi: Ungheria e Stati Uniti. Di queste 2.400, le donne fruitrici di porno erano più giovani e meglio istruite. Pare inoltre che avessero una mente più aperta riguardo al sesso ed alla masturbazione, e godessero di rapporti sessuali soddisfacenti. La ricerca concluse che il porno non aveva un effetto negativo sulla qualità delle relazioni. Le intervistate non lo usavano per compensare le lacune sessuali della propria relazione, riuscivano ad eccitarsi e ad avere un orgasmo con più facilità. In conclusione, il porno non le trasformava in pervertite predatrici sessuali, ma le aiutava a scoprire aspetti sconosciuti della sessualità.