Ondata di maltempo: Forti nubifragi e grandine nel bresciano

0
413
Ondata di maltempo

Ondata di maltempo: grandine e nubifragi, strade allagate e smottamenti. Il bilancio di una due giorni complicata

La tempesta perfetta non è arrivata: almeno nel Bresciano. Appena oltre confine, tra Bergamo e Milano, una super cella ha scatenato disastri: da Rozzano a Seriate, Milano città e Bergamo provincia, come Treviglio, vento fortissimo e grandinate, dal cielo sono cadute palle di ghiaccio anche di diversi centimetri di diametro. Ingente (e inevitabile) la conta dei danni, come racconta la stampa locale.

E’ andata meglio, dicevamo, in provincia di Brescia. Dove comunque non sono mancati i disagi. La perturbazione si è suddivisa in due tronchi, a parecchie ore di distanza l’uno dall’altro. Il primo ancora mercoledì sera, in seconda serata: i temporali che si erano rapidamente formati in zona Piemonte sono scesi fino alla Lombardia e ai confini bresciani.

Maltempo Brescia – Crollo termico fino a -12°C: neve e gelo siderale

Maltempo Brescia – Una Nube ”Shelf Cloud” sopra il bresciano: anticipa la furia della...

Maltempo Brescia – Violenta grandinata accompagnata da vento a 130 km orari

La prima ondata di maltempo

In particolare, si sono segnalate forti rovesci, con vento e grandine (anche di dimensioni considerevoli) in particolare in Valtrompia e in zona Sebino e Franciacorta, ma con strascichi importanti fino alla Valcamonica, a tratti in Valsabbia, in porzioni dell’Alto Garda e in poche aree dell’Ovest e della Bassa. Forse più diffusa ma meno intensa la seconda perturbazione, che è arrivata nel Bresciano nel pomeriggio di giovedì.

Grandine in Franciacorta e nella Bassa

E’ quella che a Milano e Bergamo ha fatto davvero paura, con una super cella gigantesca che ha oscurato il cielo (e poi ha scaricato ghiaccio e venti fortissimi sulla pianura). Ma anche in provincia di Brescia la grandine non è mancata: in particolare in zona Franciacorta e nella Bassa Bresciana. E’ stato invece un vero nubifragio (ma senza ghiaccio) quello che ha travolto il Basso Garda e la Valsabbia.

Nubifragio tra Garda e Valsabbia

E’ in quest’ultimo territorio che si sono registrati anche danni e disagi. Solo per citarne alcuni: a Prevalle si è allagato (di nuovo) il sottopasso della tangenziale, la Ss45bis. Code e rallentamenti, Vigili del fuoco al lavoro senza sosta per liberare la strada dall’acqua e consentire il passaggio delle auto. Problemi anche a Fostaga di Gavardo, con uno smottamento che ha costretto alla chiusura temporanea della strada (poi riaperta in serata): per diverse ore è stata tenuta d’occhio la portata di fiumi e torrenti.

Fonte: Protezione Civile Italiana