Nanotecnologia: l’impiego nel campo biomedico

0
419

La nuova frontiera nel campo della sensoristica e diagnostica punta sulla nanotecnologia. La notizia arriva dai ricercatori del gruppo di Nanofotonica dell’Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti del Consiglio nazionale delle ricerche. Questi, in collaborazione con l’Istituto di biochimica e biologia cellulare e la Molecular Foundry hanno trovato un’applicazione della nuova tecnologia nel campo in campo oncologico.

Cos’è la nanotecnologia?

La nanotecnologia è un ramo della scienza applicata e della tecnologia. Con l’utilizzo della nanotecnologia è possibile controllare la materia e realizzare dispositivi della grandezza di pochi nanometri. Un nanometro corrisponde ad un miliardesimo di metro. In campo medico e farmacologico gli approcci nanotech vanno dall’uso di nanomateriali alla creazione di nuovi sistemi per la somministrazione di farmaci. Grazie a questa tecnologia l’Università di Bologna ha creato “Sunny”, un motore molecolare a luce capace di 60.000 giri al minuto,

Gli utilizzi in campo biomedico

La nuova tecnologia sviluppata dai ricercatori del gruppo di Nanofotonica manipola ed isola la luce su di “cristallo fotonico”. Il cristallo fotonico consente di misurare e visualizzare con precisione elevata le caratteristiche ottiche di qualsiasi campione con cui entri in contatto. Una volta catturata l’immagine, la nanotecnologia fornisce moltissime informazioni utili. Questa incredibile tecnologia può aprire a grandi innovazioni in campo medico. Ed è questo lo scopo dello studio pubblicato.

L’applicazione sulle cellule tumorali

La nuova tecnica, applicata all’individuazione e visualizzazione di cellule tumorali, rappresenta una svolta nello studio delle patologie oncologiche e nel campo della diagnostica medica. Da aggiungere che questa nuova applicazione potrebbe fare la differenza nel campo della diagnostica precoce. Trovare un’applicazione su vari tipi cellulari potrebbe fornire un nuovo strumento diagnostico per identificare cellule tumorali.