Missione Ice Memory partita ieri sul Monte Rosa

0
311

La missione Ice Memory sarebbe dovuta partire a maggio, ma è slittata per tutto il mese a causa delle cattive condizioni atmosferiche. Ieri 3 giugno, finalmente, ha preso il via.

In cosa consiste la missione Ice Memory?

Sul gruppo montuoso del Monte Rosa un gruppo di ricercatori italo-svizzeri si impegna a studiare il clima, sopra il ghiacciaio del Gorner. Quest’ultimo si trova a sud est di Zermatt, in Svizzera, ed è il terzo ghiacciaio del Paese (14 km di lunghezza). A precederlo solo il ghiacciaio dell’Aletsch (120 km) e il ghiacciaio di Fiesch (16 km).


I ghiacciai del mondo si stanno sciogliendo


L’inizio dei preparativi

Gli scienziati saranno coinvolti nell’estrazione di una carota di ghiaccio profonda 80 metri, che potrà essere di aiuto per i relativi studi. Gli studiosi vengono dall’Università di Cà Foscari e dal centro di ricerca Paul Scherrer: il gruppo ha trascorso due notti di acclimatamento alla Capanna Gnifetti, a oltre 3600 metri. Successivamente hanno iniziato i lavori per allestire il campo e il maxi trapano, che servirà ad estrarre la carota. La loro base sarà la Capanna Margherita, il rifugio più alto d’Europa con i suoi 4554 metri. Quest’ultima è stata riaperta unicamente ad uso dei ricercatori, per offrire il pieno supporto alla ricerca scientifica.