Marcia degli ombrelli a Lione: solidarietà ai rifugiati

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato a Lione si è svolta la “marcia degli ombrelli”. Secondo le ONG, le condizioni di vita dei richiedenti asilo sono sempre più precarie.

 Marcia degli ombrelli a Lione per i rifugiati

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato a Lione, in Francia, si è svolta la “marcia degli ombrelli”, una manifestazione di solidarietà nei confronti dei richiedenti asilo troppo spesso lasciati soli quando arrivano in Europa. “Senza il supporto delle associazioni avrei avuto molte difficoltà rifugiata. Forse mi sarei chiusa in me stessa, forse mi sarei uccisa, con tutto quello che sta succedendo”, racconta Raissa Flore.

Secondo l’Organizzazione non governativa Forum Réfugiés, da anni ormai le condizioni di vita dei richiedenti asilo sono precarie. “Usiamo l’ombrello, che è un simbolo molto semplice di protezione, un ombrello bianco, per trasmettere il messaggio che dobbiamo continuare ad accogliere i rifugiati”, ha affermato Jean-François Ploquin, il direttore generale di Forum Réfugiés. L’ONG ha spiegato che nel 2022 le richieste d’asilo sono aumentate del 31% rispetto al 2021 e per questo le organizzazioni di volontariato utilizzano sempre più spesso nuove forme di accoglienza come l’ospitalità in famiglia.


Leggi anche: Regno Unito: migliaia di rifugiati afghani rischiano di diventare senzatetto

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles