L’OMS: entrata in vigore del 7 aprile 1948 a Ginevra

A più di 70 anni dalla sua entrata in vigore, l'OMS si trova a dover fronteggiare una delle situazioni sanitarie più gravi dell'ultimo secolo.

0
251
L'OMS

L’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è l’agenzia speciale dell’ONU per la salute. Fondata il 22 luglio 1946, è entrata in vigore il 7 aprile 1948 con sede a Ginevra.

L’OMS: cos’è

L'OMS

Si tratta dell’Agenzia delle Nazioni Unite specializzata per le questioni sanitarie e vi aderiscono 194 Stati Membri di tutto il mondo divisi in 6 regioni (Europa, Americhe, Africa, Mediterraneo Orientale, Pacifico Occidentale e Sud-Est Asiatico). L’Italia vi ha aderito ufficialmente in data 11 aprile 1947.
Secondo la Costituzione dell’OMS, l’obiettivo dell’Organizzazione è “il raggiungimento, da parte di tutte le popolazioni, del più alto livello possibile di salute”, definita come “uno stato di totale benessere fisico, mentale e sociale” e non semplicemente “assenza di malattie o infermità”.

Organi e funzioni

Per raggiungere questo fondamentale obiettivo, l’OMS si avvale dei suoi Organi di Governo (il Segretariato, l’Assemblea Mondiale ed il Consiglio Esecutivo) nonché dei 6 uffici regionali in cui è articolata, dei propri uffici dislocati negli Stati Membri e dei centri collaboratori che supportano le sue attività.
Tra le altre funzioni, è impegnata a fornire una guida sulle questioni sanitarie globali, indirizzare la ricerca sanitaria, stabilire norme e standard e formulare scelte di politica sanitaria basate sull’evidenza scientifica. Inoltre, garantisce assistenza tecnica agli Stati Membri, monitora e valuta le tendenze in ambito sanitario, finanzia la ricerca medica e fornisce aiuti di emergenza in caso di calamità. Attraverso i propri programmi, l’OMS lavora anche per migliorare in tutto il mondo la nutrizione, le condizioni abitative, l’igiene e le condizioni di lavoro.

Gli obiettivi

L'OMS

L’OMS si trova oggi a operare in un contesto sempre più complesso e in rapido cambiamento, in cui i confini d’azione della sanità pubblica sono diventati più fluidi, estendendosi ad altri settori, che hanno un impatto sulle prospettive e sui risultati in ambito sanitario. La risposta dell’OMS a queste sfide si articola in un’agenda di sei punti:

  • due obiettivi di salute: promuovere lo sviluppo e incrementare la sicurezza sanitaria;
  • due necessità strategiche: potenziare i sistemi sanitari e mettere a frutto la ricerca, le informazioni e le evidenze scientifiche;
  • due approcci operativi: intensificare i partenariati e migliorare la performance.

L’OMS: Ghebreyesus e la situazione odierna

L'OMS: Ghebreyesus

Il Segretariato dell’OMS è costituito dallo staff dell’Organizzazione con a capo il Direttore Generale, eletto ogni 5 anni.
L’attuale Direttore Generale è il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, eletto il 23 maggio 2017 durante i lavori dell’Assemblea Mondiale della Sanità. 
Il mandato del dott. Tedros è iniziato  formalmente il 1° luglio 2017 e terminerà nel 2022.


Il coronavirus

Ghebreyesus si trova oggi a dover affrontare una delle emergenze sanitarie più gravi dell’ultimo secolo. Nella conferenza stampa dello scorso 11 marzo sul COVID-19 ha dichiarato: “Nelle ultime due settimane, il numero di casi di COVID-19 al di fuori della Cina è aumentato di 13 volte e il numero di paesi colpiti è triplicato.[…] Altre migliaia stanno lottando per la propria vita negli ospedali. Nei giorni e nelle settimane a venire, prevediamo che il numero di casi, il numero di decessi e il numero di paesi colpiti aumenteranno ancora di più. […] Abbiamo quindi valutato che COVID-19 può essere caratterizzato come una pandemia. Pandemia non è una parola da usare con leggerezza o disattenzione.”

Commenti